Richmond, Virginia

Article

February 2, 2023

Richmond è la capitale dello stato della Virginia, due ore a sud di Washington DC, la capitale degli Stati Uniti, ed è stata la capitale della Confederazione americana durante la Guerra Civile. Sviluppato alle due estremità del fiume James, è il centro del commercio e dell'industria come importante snodo di trasporto per fiumi e ferrovie. E' ricca di siti storici.Williamsburg, situata nelle vicinanze, è un villaggio folcloristico americano ed è una popolare attrazione turistica in estate. Nel cuore di Richmond si trova la Virginia Commonwealth University, un'università statale. È anche sede di diverse università, tra cui l'Università di Richmond, nonché biblioteche, gallerie d'arte e musei.

Economia

La maggior parte dei cittadini di Richmond lavora con i governi federali, statali e locali. Il settore finanziario è il più grande datore di lavoro individuale della città, con aziende coinvolte nel settore bancario, assicurativo, carte di credito e intermediazione. La produzione, il commercio e altri servizi sono settori importanti dell'economia di Richmond. I prodotti di Richmond includono tabacco, macchinari e imballaggi di prodotti del tabacco, cibo e prodotti farmaceutici. Il Richmond Times-Dispatch è il quotidiano della città e si classifica come il quotidiano più influente del sud.

Storia

Prima dell'arrivo dei coloni europei, le tribù indiane della Lega Powatan vivevano nell'area di Richmond. La storia della città inizia nel 1607 quando il capitano Christopher Newport guidò una spedizione di coloni britannici nell'area che divenne la tenuta di Richmond. Due insediamenti non ebbero successo e la costruzione di Fort Charles nel 1644 attirò nuovi coloni e le loro comunità in un'area commerciale di tabacco e pellicce. Quando fu fondata come città nel 1742, aveva una popolazione di soli 250 abitanti. Nel 1780, la Virginia trasferì la sua capitale da Williamsburg al centro di Richmond. Richmond aveva solo 684 abitanti all'epoca e fu urbanizzata nel 1782. Durante la guerra d'indipendenza americana del 1781, le truppe britanniche guidate da Benedict Arnold fecero irruzione a Richmond. Arnold era un generale americano che si trasformò in un traditore e si unì all'esercito britannico. I suoi uomini saccheggiarono Richmond e bruciarono diversi edifici. Nel 1783, dopo la guerra, Richmond entrò in un periodo di prosperità. La popolazione raggiunse 3.761 nel 1790 e 5.737 nel 1800. La città si sviluppò come centro per il commercio del tabacco e degli schiavi. Con la costruzione di una ferrovia a metà del XIX secolo, Richmond prosperò rapidamente come centro commerciale e industriale. Nel 1860 vi abitavano circa 38.000 persone. Dal 1830 fino all'inizio della guerra civile, Richmond fu uno dei principali mercati di schiavi negli Stati Uniti. I mercanti di schiavi compravano e vendevano migliaia di schiavi ogni anno. Quando scoppiò la guerra civile, Richmond sostituì Montgomery, in Alabama, come capitale della Confederazione. Alla fine della guerra, fu catturato dall'esercito dell'Unione. Dopo la guerra, prese nuovamente l'iniziativa di rinascita e ricostruzione. All'inizio del 1900, la città attirò molte industrie. Nel 1950 c'erano 230.310 abitanti. Gli attivisti per i diritti umani hanno accusato Richmond di impedire ai quartieri bianchi di minacciare gli elettori neri di Richmond. Nel 1977 i neri furono eletti al consiglio comunale, ottenendo 5 seggi su 9. Quell'anno, Henry L. Marsh III fu eletto primo sindaco nero, carica che mantenne fino al 1982.

Popolazione

Clima

Città sorelle

Uijeongbu, Corea del Sud

Note a piè di pagina

proprietario del contenuto

Collegamenti esterni

(Inglese) Sito ufficiale Archiviato l'8 marzo 2007 - Wayback �