Governo olandese in esilio

Article

May 22, 2022

Il governo olandese in esilio (olandese: Nederlandse regering in ballingschap) o London Cabinet (olandese: gabinetto Londens) era un governo olandese in esilio fuggito a Londra dopo la battaglia dei Paesi Bassi durante la seconda guerra mondiale, guidato dalla regina Guglielmina. Dopo che la Germania si ritirò dai Paesi Bassi nel maggio 1945, tornò nel suo paese d'origine.

Sfondo ed esilio

Prima del 1940, i Paesi Bassi rimasero neutrali. Tuttavia, dopo l'invasione tedesca dei Paesi Bassi nel maggio 1940, Wilhelmina fuggì a Londra e il giorno successivo il governo guidato dal primo ministro Dirk Jan der Heyr si ritirò in Inghilterra. Il governo è stato istituito a Stratton House nel distretto di Piccadilly di fronte a Green Park a Londra. Inizialmente, volevano che i francesi liberassero i Paesi Bassi dopo la riorganizzazione. Tuttavia, dopo il ritiro di Dunkerque, le loro speranze andarono in frantumi quando divenne chiaro che gli alleati erano stati sconfitti nell'assedio della Francia. Il governo olandese in esilio si trovò presto di fronte a un dilemma. Dopo la sconfitta della Francia, la Francia di Vichy ha collaborato con la Germania nazista. Ciò ha causato una disputa tra il primo ministro The Heyr e la regina. Il primo ministro De Heyr è tornato nei Paesi Bassi e ha cercato di formare un governo cooperativo come la Francia. Le Indie orientali olandesi erano ancora governate da governi in esilio e la regione era il secondo unico produttore di petrolio dei Paesi Bassi in esilio dopo gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica. Wilhelmina credeva che se i Paesi Bassi avessero collaborato con la Germania, anche le Indie orientali olandesi si sarebbero arrese all'Impero giapponese, come l'Indocina francese.

Esilio a Londra

Nei Paesi Bassi, le speranze per il ripristino della patria erano alte perché gli Stati Uniti o l'Unione Sovietica parteciparono alla guerra nel 1941 e la regina diffidava del primo ministro De Heyr e lo licenziò. La regina nominò Winston Churchill e il procuratore generale Pieter Schurz Herbrandi, che avevano lavorato con Franklin Roosevelt, come nuovo primo ministro. Aruba e Curacao erano allora colonie olandesi e ospitavano raffinerie di esportazione di livello mondiale. Aruba è stata un protettorato britannico dal 1940 al 1942 e successivamente un protettorato degli Stati Uniti. Il 23 novembre 1941, il Suriname divenne un protettorato degli Stati Uniti, con l'appoggio del governo olandese in esilio, a condizione che le raffinerie di petrolio del Suriname fossero protette. Il 5 settembre dello stesso anno, questo accordo di unione doganale è stato firmato presso l'accordo doganale di Londra. Nel 1946 il parlamento olandese giustificò queste attività della regina. Winston Churchill ha elogiato la regina come l'unico uomo nel governo olandese.

Vedi anche

Radio arancione

Note a piè di pagina