Partito Democratico Popolare (Giappone, 2020)

Article

June 25, 2022

Il Partito Democratico Popolare (giapponese: 国人民國党 Kokuminminshuto[*]; inglese: Partito Democratico per il Popolo, DPFP) è un partito politico giapponese con una tendenza dai conservatori moderati ai liberali. L'11 settembre 2020, nel processo di adesione al nuovo partito con il Partito Democratico Costituzionale, le restanti fazioni sono rimaste e sono state fondate.

Panoramica

Nel processo di fusione con l'ex Partito Democratico Costituzionale e l'ex Partito Nazionale Democratico, 13 membri del Partito Nazionale Democratico si sono opposti al sindacato a causa delle opinioni contrastanti dei membri del Partito Nazionale Democratico. Sebbene abbiano molte cose in comune, come ereditare la piattaforma dell'ex Partito Nazionale Democratico, sono partiti diversi in termini di leggi.

Storia

Il 22 luglio 2020, quando l'ex Partito Democratico Costituzionale e il partito hanno raggiunto un accordo per la fusione, è stata avviata la procedura per un nuovo sindacato e alcuni legislatori hanno protestato contro il sindacato. Alla fine, quando la nuova coalizione con il Partito Democratico Costituzionale è stata completata l'11 settembre, alcuni legislatori (residui) hanno ristabilito separatamente il Partito Nazionale Democratico. Come nuovo rappresentante, Yuichiro Tamaki è stato eletto all'unanimità e si terranno elezioni rappresentative come l'assemblea della prefettura e l'assemblea del governo locale. Il 15 settembre si sono insediate figure chiave, tra cui Kazuya Shinba inaugurato come segretario generale. L'8 dicembre è stata annunciata la prima elezione dei rappresentanti del partito dalla fondazione. La dirigenza del partito l'ha vista come un'opportunità per pubblicizzare la presenza del partito e ha fatto l'insolito passo di correre da solo senza assicurarsi una "persona raccomandata", annunciando che non si sarebbe candidato alla carica. Infine, i rappresentanti Tamaki e Takae Ito hanno riferito la loro candidatura e, a seguito della votazione del 18, erano in parità per il voto dell'Assemblea nazionale, ma nelle votazioni dell'assemblea locale e dei membri del partito, Tamaki è stato rieletto rappresentante da sconfiggendo notevolmente Ito.

Uscita dal quadro di cooperazione con il partito di opposizione e collegamento con la Japan Restoration Society

Il 4 novembre, la Riunione degli Osservatori ha deciso di rompere il quadro con il Partito Democratico Costituzionale, il Partito Comunista e i Socialdemocratici, che si era formato in risposta alla risposta dell'Assemblea Nazionale da parte della Camera dei Rappresentanti. L'allontanamento dal quadro dell'opposizione dell'Assemblea nazionale si basava sul fatto che i Democratici del popolo hanno dichiarato il non comunismo alle elezioni della Camera dei rappresentanti, lasciando un risultato che superava i seggi prima dell'annuncio. In precedenza, il 9 ottobre, la Japan Restoration Society, che era stata separata dal partito di opposizione, ha tenuto un incontro con il segretario e il presidente dell'Assemblea nazionale per proporre congiuntamente un disegno di legge e promuovere le discussioni sull'emendamento costituzionale.

Titolo

Past Rappresentanti

Dirigente

A partire dal 23 dicembre 2020

Base di supporto

Organizzazioni di supporto

Risultati delle ultime elezioni

Elezione della Camera dei Rappresentanti

Note a piè di pagina

Collegamenti esterni

(Giapponese) Sito ufficiale