Papa Alessandro VII

Article

August 17, 2022

Papa Alessandro VII (latino: Alessandro PP. VII; italiano: Papa Alessandro VII) fu il 237° Papa (regnò: 7 aprile 1655 - 22 maggio 1667). Il suo vero nome è Fabio Chigi (italiano: Fabio Chigi).

Vita

Vita in anticipo

Nato a Siena, Fabio Kizzi è un membro della famiglia Kizzi, famiglia di importanti banchieri, figlio del nipote di Papa Paolo V. In qualità di tutor, ha conseguito il dottorato in filosofia, diritto e teologia presso l'Università degli studi di Siena. Il fratello di Fabio, Mario, sposò Beatrice, figlia di Tiberio della Chiara, ed ebbe quattro figli, di cui Flavio (1631-1693) fu fatto cardinale dallo zio Papa il 9 aprile 1657. Un altro fratello di Fabio, Augusto Kizie (1595–1651), sposò Ompilia della Chiiaa (1614–1640), che continuò i suoi antenati come genitori di Agostino Kizi, duca di Farnese. La sorella di Fabio, Onorata Minannelli, sposò Firmano Vicki e ebbe un figlio, Antonio. Dopo i suoi vescovi di Montalcino e di Osimo, Antonio fu nominato cardinale in Pectore il 9 aprile 1657 dallo zio papa, e pubblicamente annunciato e ordinato il 10 novembre 1659.

Il diplomatico del papa

Nel 1627 iniziò la sua carriera come consigliere dell'inviato pontificio a Ferrara, e su raccomandazione di due cardinali fu nominato Inquisitore degli Eretici di Malta.Kizie fu ordinato sacerdote nel dicembre 1634. L'8 gennaio 1635 Kizzi fu ordinato vescovo di Nardo, nell'Italia meridionale, e il 1° luglio dello stesso anno fu ordinato vescovo sotto la presidenza di Miguel Juan Balaguer Camarasa, vescovo di Malta. Il 13 maggio 1652 Kizzie passò al Vescovo di Imola e fu inviato a Colonia come ambasciatore a Colonia l'11 giugno 1639, dove prestò servizio fino al 1651. Mentre prestava servizio come ambasciatore a Colonia, sostenne il decreto di papa Urbano VIII del 1642, nella bolla papale In eminenti, che condannava Agostino, il libro di Agostino, di Cornelius Jansen, vescovo di Iper, come eresia. 1648 Trattato di Westfalia Fu previsto che avrebbero partecipato ai negoziati per concludere il . I negoziati furono quindi negoziati tra le delegazioni cattolica e protestante dai mediatori di Osnabrück e Münster, due città del Westwallen. Alla fine, quando fu firmato il Trattato di Westfalia, Kizzie protestò a nome della Santa Sede. Lo stesso papa Innocenzo X si fece avanti e condannò il Trattato di Westfalia come privo di valore, inefficace, ingiusto, fatale, corrotto, sciocco, insignificante e futile. Il Trattato di Westfalia pose fine alla Guerra dei Trent'anni (1618–1648) e stabilì un equilibrio di potere tra le potenze europee fino alla Rivoluzione francese del 1789.

Segretario di Stato e Cardinali

Papa Innocenzo X riportò Kizie a Roma. Nel dicembre 1651 Innocenzo X nominò Kizzie capo del Pontificio Consiglio di Stato. Il 19 febbraio 1652 fu nominato cardinale, e il 12 marzo dello stesso anno cardinale del sacerdozio della Chiesa di Santa Maria del Popolo.

Periodo di regno

Elezione del Papa

Dopo la morte di Innocenzo X il 1 gennaio 1655, il cardinale Kizzi, con l'appoggio degli spagnoli, fu eletto Papa il 7 aprile 1655, nell'ottavo giorno del conclave, e divenne Alessandro VII.

Tribalismo

I cardinali affermano che non attuerà una politica di nepotismo a differenza dei suoi predecessori.