Guam

Article

August 14, 2022

Guam (inglese: Guam; Chamorro: Guåhan; Culturale: Guam Island) è un territorio straniero degli Stati Uniti situato nelle Isole Marianne della Micronesia, in Oceania. I Chamorros si stabilirono qui circa 4000 anni fa e divennero le popolazioni indigene. L'isola più grande delle Isole Marianne e l'isola più meridionale, la capitale è Hagåtña. L'economia di Guam è dominata da turisti provenienti da Corea, Giappone, Hong Kong, Repubblica di Cina, Stati Uniti e Canada. La Commissione delle Nazioni Unite per la liberazione coloniale ha inserito Guam nella sua lista dei territori non autonomi. Quando Guam fu invasa dal Giappone, in giapponese fu chiamata Isola di Omiya. La 7a flotta statunitense è di stanza lì per supportare la Repubblica di Corea in caso di emergenza nella penisola coreana. Guam dista circa 3000 km dalla Corea. Si trova a circa 3500 km dalla Repubblica Democratica Popolare di Corea.

Geografia

Guam si trova alla latitudine 13° 28′ latitudine nord 144° 45′ longitudine est, e l'isola è di circa 544 chilometri quadrati (circa 134.453 acri) e lunga circa 48 chilometri. A nord dell'isola ci sono altipiani boscosi di corallo calcareo ea sud ci sono picchi vulcanici boscosi ed erbosi. La costa dell'isola è costituita principalmente da barriere coralline. La popolazione è per lo più concentrata nella parte settentrionale e centrale dell'isola. È l'isola più meridionale delle Isole Marianne e l'isola più grande della Micronesia.

Clima

Sebbene Guam abbia un clima tropicale, non supera mai i 39°C durante il giorno e non scende mai sotto i 26°C di notte. È anche la fonte di tifoni e talvolta anche di burrasche tropicali.

Storia

L'attuale regione di Guam è stata abitata dal 21° secolo a.C., quando le persone del sud-est dell'Indonesia vennero a vivere. Il navigatore portoghese Ferdinando Magellano circumnavigò il mondo e arrivò sull'isola il 6 marzo 1521, dove ebbe luogo il primo contatto di Guam con la civiltà occidentale. Nel 1565, il generale Miguel López de Legazpi rivendicò Guam come territorio spagnolo. Il dominio coloniale spagnolo iniziò nel 1668 con l'arrivo di padre San Vitores, il primo missionario cattolico qui. Dal 1668 al 1815 Guam servì come importante punto di sosta sulla rotta commerciale spagnola tra il Messico e le Filippine. Questo fu un periodo in cui tutte le Isole Caroline, comprese Guam e altre isole delle Isole Marianne, furono trattate come parte della colonia spagnola delle Filippine. La cultura indigena dell'isola, la cultura Chamorro, era così unica che fu fortemente influenzata e danneggiata dalla cultura e dalle tradizioni spagnole. Nel 1898, gli Stati Uniti presero il controllo dell'isola durante la guerra ispano-americana. Mentre le isole delle Isole Marianne settentrionali furono invase dal Giappone attraverso la Germania, Guam fungeva da stazione per le navi da e per le Filippine. L'8 dicembre 1941, durante la seconda guerra mondiale, Guam fu invasa dalle forze giapponesi. Poiché la parte settentrionale delle Isole Marianne era già stata un protettorato giapponese sotto la giurisdizione di Namyangcheong (Isole Namyang) prima della guerra, i Chamorro che vi abitavano furono chiamati a lavorare per le forze di occupazione giapponesi, come interpreti, e i giapponesi e i Chamorro di Guam. Le persone erano trattate come nemiche dei territori occupati. Durante il dominio coloniale durato circa 31 mesi sotto il nome di Daikyuto, gli indigeni di Guam furono mobilitati per i lavori forzati, la separazione familiare, la reclusione, l'esecuzione, la reclusione forzata e la schiavitù sessuale. Di conseguenza, i Chamorros di Guam nutrono una sorta di ostilità verso gli invasori così come i Chamorros delle Isole Marianne settentrionali. Guam rimane l'unico territorio degli Stati Uniti fino ad oggi, con un buon numero di suoi abitanti che hanno ceduto all'aggressione giapponese.