minerale

Article

January 31, 2023

I minerali (minerali, inglese: minerali) si riferiscono generalmente a sostanze cristalline inorganiche presenti in natura con una determinata composizione chimica che si formano per azione geologica. Salvo alcune eccezioni (come la carpatite idrocarburica), sono rigorosamente esclusi quelli contenuti nei cristalli artificiali e negli organismi attivi per essere elencati come minerali. Inoltre, il minerale deve essere solido.

Panoramica

I minerali contenuti negli organismi viventi, come la calcite e l'aragonite nelle conchiglie e l'idrossiapatite, che è abbondante nei denti umani, devono essere distinti come biominerali. Esistono anche eccezioni chiamate minerali anche per le sostanze amorfe (opale). In senso lato, si riferisce a non animali e può includere petrolio e acque sotterranee come minerali. Tuttavia, nella letteratura mineralogica e simili, "sostanze solide inorganiche presenti in natura aventi una certa composizione chimica e struttura cristallina" sono spesso definite come minerali.

Specie minerali

Le specie minerali sono caratterizzate dalla struttura cristallina e dalla composizione chimica. Anche se la composizione chimica è la stessa, se la struttura cristallina è diversa, i minerali saranno diversi (questa relazione è chiamata polimorfismo). Ad esempio, la composizione chimica della grafite e del diamante sono entrambi carbonio puro (C), ma sono diversi tipi di minerali a causa delle loro diverse strutture cristalline e hanno caratteristiche fisiche completamente diverse. Inoltre, anche se la struttura cristallina è la stessa, se la composizione chimica è diversa, i minerali saranno diversi (questa relazione è chiamata la stessa forma). La calcite (CaCO3) e la magnesite (MgCO3) hanno quasi la stessa struttura cristallina, ma sono minerali diversi a causa della loro diversa composizione chimica.

Polimorfo (omogeneo)

Soluzione solida

Per quanto riguarda la struttura cristallina, poiché può essere mantenuta anche se contiene elementi esterni alla composizione fino a una certa quantità (soluzione solida), esiste un certo intervallo nella composizione chimica anche per minerali dello stesso tipo. La quantità di elementi che possono essere dissolti in questo momento dipende dal tipo di elemento e dalla struttura cristallina. I minerali con strutture cristalline estremamente simili possono essere in grado di dissolversi in un rapporto libero (soluzione solida continua) e in questo caso sono denominati minerali indipendenti con una composizione esattamente di 1: 1.

Nuovo minerale / Denominazione

I nuovi minerali devono essere presentati e approvati dall'International Mineralogical Association (IMA) "New Minerals, Naming and Classification Committee (CNMNC)". Per quanto riguarda il nome giapponese dei minerali, la Japan Society for Minerals (che si è fusa con la Japan Society for Rock and Mineral Deposits per diventare la Japan Society for Mineral Sciences nel 2007) ha accettato di scrivere in katakana ad eccezione di "pietra" e "miniera" dal 1955. ing. A quel tempo, "pietra" viene utilizzata per minerali con lucentezza non metallica e "minerale" per minerali con lucentezza metallica. Tuttavia, poiché è difficile assumere un significato in katakana, è spesso scritto in caratteri cinesi.

Differenze da rocce e minerali

Minerali: quelli la cui composizione è quasi singola e che è un singolo cristallo. Anche se la composizione è singola, se contiene più cristalli, viene trattata come una roccia. Il marmo è composto da cristalli di calcite, ma la sua composizione non è un singolo cristallo ma un aggregato di più cristalli, quindi è una roccia piuttosto che un minerale. Rocce-Una composizione non omogenea composta da un insieme di minerali. Il granito non è un minerale ma una roccia perché è composto da un insieme di minerali come quarzo, feldspato e mica. Ore-Un nome comune usato quando si trattano minerali e rocce come risorse. Minerale di ferro, minerale di solfuro di ferro, pirofillite, calcare, ecc.

Natura

Le proprietà dei minerali sono espresse dai seguenti elementi. Proprietà ottiche Colore-Relativamente suscettibile ai componenti in tracce. Inoltre, il calore, i raggi ultravioletti, ecc.