Tomba Kinsuzuzuka

Article

February 4, 2023

Kinreizu Kakofun è un tumulo funerario anteriore-posteriore situato a Nagasuka, città di Kisarazu, prefettura di Chiba, che appartiene ai tumuli funerari di Gion e Nagasuka.

Profilo del tumulo

La tomba Kinsuzuzuka è un tumulo funerario anteriore-posteriore con una lunghezza totale di circa 100 metri. Precedentemente conosciuta come la tomba di Futakozuka, a seguito di scavi nel 1950, molte preziose reliquie, tra cui cinque campane d'oro, sono state scavate dalla camera di pietra con foro laterale non rubato.Il nome è stato cambiato in Kinsuzuzuka Tomb dopo Kinsuzu. Dal contenuto degli oggetti scavati, il tumulo Kinsuzuzuka è considerato un tumulo costruito alla fine del VI secolo-inizio VII secolo, alla fine del tumulo antero-posteriore. La persona sepolcrale è il capo del bacino del fiume Obitsu, e c'è una teoria che sia Kunizo Makuda. È uno dei più grandi tumuli funerari in Giappone all'estremità del tumulo antero-posteriore e parte della camera di pietra del tipo a foro orizzontale utilizza conci lavorati ed è stato costruito utilizzando una nuova tecnologia in quel momento. La tomba di Kinsuzuzuka e gli abbondanti oggetti scavati sono stati valutati per la loro importanza accademica e le campane d'oro e altre reliquie e sarcofagi scavati dalla tomba sono stati designati come proprietà culturali importanti il ​​27 giugno 1959. Il restante tumulo funerario della tomba di Kinsuzuzuka è stato designato come sito storico nella prefettura di Chiba il 3 novembre 1950.

Posizione del tumulo

La tomba Kinsuzuzuka si trova nella pianura alluvionale, a circa 5,5 metri sul livello del mare, formata dal fiume Obitsu. La pianura è fiancheggiata da file di piccoli altopiani che un tempo erano dune di sabbia, e anche la tomba di Kinsuzuzuka è stata costruita scegliendo un luogo più alto rispetto ai dintorni che un tempo erano dune di sabbia. La terra a bassa umidità si estende intorno al tumulo, che è al largo delle vecchie dune di sabbia, e un tempo era utilizzato principalmente per le risaie e Hasuda. Pertanto, il tumulo del vecchio tumulo funerario è stato utilizzato per la bonifica di terreni a bassa umidità. La tomba di Kinsuzuzuka era considerata un'antica tomba alla fine dell'era Meiji ed era chiamata la tomba di Futakozuka. Sul tumulo funerario fu costruito dall'allora proprietario terriero un'edicola dedicata al signore del tumulo. Tuttavia, guardando la mappa catastale creata nell'aprile 1876, si può vedere che parte della tomba Kinsuzuzuka era già un campo e nel primo anno dell'era Meiji, la forma originale della tomba aveva iniziato a crollare. Da allora, l'argine del tumulo continuò ad essere utilizzato per bonificare le pianure circostanti e la maggior parte del tumulo andò perduta.Non era chiaro che tipo di tumulo fosse quando fu costruito. Anche dopo lo scavo nel 1950, il tumulo del vecchio tumulo fu distrutto dall'urbanizzazione della città di Kisarazu e tutta la parte anteriore rimanente e parte della parte posteriore del cerchio scomparvero.Solo una parte del cerchio posteriore attorno alla camera di pietra rimane, e il resto è principalmente terreno residenziale.

Tombe Gion / Nagasuka e Tombe Kinsuzuzuka

Si dice che i tumuli di Gion e Nagasuka, a cui appartiene il tumulo di Kinsuzuzuka, abbiano iniziato la costruzione nel corso inferiore del fiume Obitsu dall'inizio alla metà del V secolo. Il primo tumulo funerario costruito nel tumulo di Gion / Nagasuka era il tumulo funerario di Takayanagi Saikozuka, che si stima sia lungo circa 130 metri.Fu costruito un vecchio tumulo funerario. Tra questi, si ritiene che la tomba di Kinsuzuzuka sia stata costruita come l'ultima tomba antero-posteriore nel gruppo di tombe di Gion / Nagasuka dalla fine del VI secolo all'inizio del VII secolo. In questo periodo, la costruzione del tumulo funerario anteriore-posteriore è in via di completamento anche se vista a livello nazionale, e il tumulo funerario Kinsuzuzuka è considerato uno degli ultimi tumuli funerari fronte-retro. Nei tumuli di Gion e Nagasuka, i tumuli furono costruiti in modo particolarmente attivo dalla seconda metà del VI secolo all'inizio del VII secolo, come il tumulo di Kinsuzuzuka.