seme

Article

May 21, 2022

I semi sono diaspore formate dalla riproduzione sessuale nelle piante da seme. In generale, viene spesso indicato semplicemente come un seme. I semi sono avvolti in una pelle chiamata tegumento (shuhi), che è l'origine tissutale della pianta madre, e contiene un corpo di giovane pianta, cioè un embrione, che si è sviluppato da un uovo fecondato. I semi si sviluppano dagli ovuli nel pistillo. Nel caso della produzione di fiori, ci sono molte ovaie sotto lo stigma. Nel caso delle angiosperme, i semi sono avvolti in ovaie, che in seguito diventano frutti. Nel caso delle gimnosperme, sono sulla superficie del pistillo. A rigor di termini, ciò che viene utilizzato per l'allevamento in agricoltura è chiamato abete da seme o patata da seme, anche se non è un seme, e gli animali (bestiame) sono talvolta indicati anche come cavalli da riproduzione.

Struttura del seme

Ad esempio, i fagioli sono i semi di vari legumi. Questo sarà descritto come un esempio. I fagioli sono solitamente alloggiati uno accanto all'altro in baccelli allungati (legumi americani Deigo). Questo baccello è la base del pistillo, il rigonfiamento dell'ovaio. L'ovulo contiene l'ovulo e lo avvolge mentre si sviluppa in semi. La struttura derivata dall'ovaio è chiamata frutto. La superficie di ogni fagiolo è avvolta da una pelle sottile. Questa pelle è chiamata tegumento. Il tegumento è derivato dalla corteccia di perla. Quando il tegumento viene rimosso, c'è una grande parte che si divide in due. Le due parti emisferiche sono collegate da un piccolo rigonfiamento e tra di esse è visibile una piccola struttura piegata. La parte emisferica è chiamata cotiledone, e quando germina, appare sul terreno come una Futaba (alcuni rimangono nel seme). Si gonfia perché immagazzina sostanze nutritive. Il rigonfiamento che collega i cotiledoni è chiamato ipocotilo, che è il gambo della piantina germogliata. La parte che segue l'ipocotilo (opposto al cotiledone) è la radichetta radicolare. Quello piegato tra di loro mostra che la vera foglia accanto al cotiledone è già stata formata. In questo modo, i semi contengono già piantine che germoglieranno. L'interno dei semi di ostrica è molto diverso. Quando i semi vengono tagliati a metà, le giovani piante sono molto più piccole dei semi e il rivestimento del seme è pieno di materiale traslucido e duro. Questo si chiama latte embrionale ed è fecondato dalla cellula centrale del sacco embrionale (compresi due nuclei polari) e da uno degli spermatozoi generati nel canale pollinico (due nuclei polari e 1 nucleo).Deriva da 5 nuclei spermatici, vengono fecondati in totale 3 nuclei). In tali semi, l'endosperma immagazzina i nutrienti. Nel riso e nel frumento, le piantine si trovano all'estremità del seme e l'endosperma occupa la maggior parte del corpo del seme. In sostanza, i semi delle angiosperme producono endosperma derivato dalle cellule centrali comprendenti il ​​nucleo polare e il nucleo tripletto fecondato dagli spermatozoi all'inizio dello sviluppo, come nel caso delle ostriche.In questa pianta l'endosperma è secondariamente degenerato, e invece, i cotiledoni e simili immagazzinano sostanze nutritive per la germinazione. Inoltre, ci sono alcune piante come le Orchidaceae (calanthe scolor seed) che non hanno una riserva di germinazione e germinano a seconda della simbiosi con i funghi. L'endosperma delle gimnosperme deriva dallo stesso gametofito femminile monoploide, ed è un organo omologo al lobo anteriore delle pterofite, e ha un aspetto diverso dall'endosperma delle angiosperme. Molti semi sono alimenti attraenti per gli animali perché immagazzinano i nutrienti nei cotiledoni o nell'endosperma per la germinazione delle piantine. I semi sono anche usati in vari modi nell'alimentazione umana, specialmente quelli dei legumi e delle graminacee.