Imperatore del Sacro Romano Impero

Article

February 2, 2023

Il Sacro Romano Impero (tedesco: Römisch-deutscher Kaiser, inglese: Sacro Romano Imperatore) è il monarca del Sacro Romano Impero. In realtà, era semplicemente chiamato imperatore, o imperatore romano (latino: Romanorum Imperator, tedesco: Kaiser der Römer). "Sacro Romano Imperatore" è un termine storico che lo distingue dagli antichi imperatori romani e dagli imperatori bizantini. Può riferirsi a Carlo Magno o successivo, oppure può essere limitato a Ottone I o successivo. Idealmente, era considerato il sovrano supremo della laicità nell'Europa occidentale medievale e rivendicava il dominio laico universale nel mondo cattolico. In particolare, Germania e Italia occupano le posizioni più importanti nell'ordinamento nazionale e hanno svolto un ruolo di primo piano. A volte noto come l'imperatore tedesco, ciò è dovuto all'aggiunta di "cittadino tedesco" ai nomi nazionali sin dall'inizio del periodo moderno.

Panoramica

L'imperatore romano nell'Europa occidentale medievale è stato istituito come monarchia egemonica nell'Europa occidentale dall'incoronazione di Carlo Magno nell'800 ed era strettamente legato al cristianesimo. E 'stato anche premesso sulla regalità italiana. Dall'incoronazione dell'imperatore Ottone nel 962, l'imperatore romano è diventato inseparabile dal regno della Francia orientale (ora il regno sulla Germania), e l'imperatore romano regnò al culmine del dominio secolare in Europa per tutto il Medioevo. Soprattutto nelle cosiddette "tre dinastie" dall'imperatore Ottone alla rottura della dinastia degli Staufen nel XIII secolo, l'autorità imperiale divise l'autorità e il potere del mondo cristiano nell'Europa occidentale insieme all'autorità papale. Tuttavia, il titolo "Sacro Romano Imperatore" non è stato effettivamente utilizzato. C'erano vari titoli effettivamente usati. Ad esempio, il titolo di Carlo Magno è "la suprema dignità, l'imperatore incoronato da Dio, grande e pacifico, che governa l'imperatore romano", e il titolo ufficiale che è stato stabilito fin dalla prima età moderna è "L'imperatore romano dal grazia di Dio", sono diventati "dignità eterna" e nessuno di loro ha la parola "sacro". Nel Medioevo, l'imperatore non poteva essere nominato fino a quando non veniva incoronato dal Papa a Roma, e il monarca imperiale prima dell'incoronazione lo chiamava "Re dei Romani". Dopo lo scioglimento della dinastia Staufen, il potere imperiale (regalità) decadde notevolmente durante l'"interregno" fino al regno di Rodolfo I d'Asburgo, concedendo vari privilegi alle potenze dell'impero, e da questa epoca l'imperatore universale. è stato un notevole divario tra l'idea e il potere politico del vero imperatore. Pertanto, dopo il tardo Medioevo, l'ambito della sua autorità era quasi limitato all'attuale Germania e ai suoi dintorni, e anche se si guarda alla politica dell'imperatore, dovresti rafforzare la tua famiglia piuttosto che gli interessi dell'impero e del potere dell'imperatore. Sono arrivato ad attribuirgli importanza. Per tutto il Medioevo, l'imperatore e le successive potenze reali esterne intervennero spesso nelle elezioni reali, ma nel 1356 Carlo IV emise un sigillo d'oro e fu l'elettore a partecipare alle elezioni reali.L'autonomia del potere dell'imperatore fu accresciuta stabilendo che il re eletto dall'elezione otterrebbe immediatamente il potere come imperatore dopo aver chiarito la successione ereditaria. Dopo il lento ma lungo regno di Federico III e il prolifico regno di Massimiliano I, al tempo in cui regnava Carlo V, divenne chiaro che il potere imperiale sarebbe stato effettivamente ereditario degli Asburgo e fu quasi monopolizzato dagli Asburgo fino a quando l'imperatore estinzione nel 1806.

Transizione del potere imperiale

L'incoronazione di Carlo Magno e la resurrezione del potere imperiale da parte di Ottone

800