genitali

Article

June 25, 2022

Gli organi riproduttivi sono organi che sono direttamente correlati all'attività riproduttiva quando un organismo si riproduce sessualmente. Quando maschio (maschio) e femmina (femmina) hanno organi riproduttivi diversi, sono chiamati separatamente organi riproduttivi maschili (maschili) e organi riproduttivi femminili (femminili).

Struttura generale

Poiché la riproduzione avviene in qualsiasi organismo, esiste un meccanismo per la riproduzione, ma quando le cellule somatiche svolgono il loro ruolo così come sono, raramente vengono chiamate. Negli organismi multicellulari, quando un particolare sito si differenzia per la riproduzione, viene chiamato organo riproduttivo o organo riproduttivo. In particolare, la parte relativa alla riproduzione sessuale è spesso chiamata così. Nel caso degli animali, la parte che forma le cellule germinali viene talvolta chiamata gonade. Nel caso dei mammiferi, le gonadi hanno anche la capacità delle ghiandole endocrine, quindi sono anche chiamate gonadi. Se intorno alla parte che forma la cellula germinale si sviluppano strutture che aiutano il ruolo, anche questa è inclusa negli organi riproduttivi. Quando c'è una differenza nella dimensione dei gameti formati, la struttura che forma quello più grande è chiamata organo riproduttivo femminile e quella che forma quello più piccolo è chiamata organo riproduttivo maschile. Quando le uova e gli spermatozoi si formano come gli animali, il lato che forma le uova è femminile e il lato che forma gli spermatozoi è maschio. Questo è indipendente dal sesso dell'individuo. Poiché gli organi riproduttivi sono organi che consentono la riproduzione sessuale, i loro tratti sono stabili all'interno della specie. D'altra parte, il meccanismo di riproduzione non è generalmente utilizzato nella vita normale, quindi si ritiene che sia difficile ricevere la selezione naturale nelle attività viventi dell'organismo. Pertanto, la sua struttura è sostanzialmente difficile da cambiare. Questo è il motivo per cui la struttura dei fiori e la struttura interna dei pistilli sono importanti caratteristiche categoriali delle piante superiori. In tal senso, non è fuorviante che Linne li abbia classificati utilizzando il numero di stami. Allo stesso tempo, è facile mostrare la specificità di ciascuna specie. In particolare, negli animali con un esoscheletro ben sviluppato come gli insetti, la parte è costituita da chitina e gli organi riproduttivi maschili e femminili si intrecciano bene. Specie diverse hanno strutture dettagliate diverse, che impediscono l'accoppiamento e fungono da barriera fisica all'incrocio interspecifico. Ci sono molti esempi di utilizzo di questa parte per distinguere le specie nella classificazione di ciascun taxon. Tale parte ha poca relazione con l'ambiente, cioè è adattativamente priva di significato e, come una chiave e una chiavetta, non può essere realizzata come una funzione a meno che non si integri l'una con l'altra ed è direttamente correlata alla riproduzione. Pertanto, si dice che sarà fortemente correlato alla speciazione.

Per gli animali (teoria generale)

Negli organi riproduttivi degli animali, di solito c'è una coppia di gonadi che formano i gameti di entrambi i sessi e un tubo che guida le cellule germinali fuori dal corpo. Quello maschile è chiamato testicolo e tuba di Falloppio, e quello femminile è chiamato ovaio e tuba di Falloppio. Le gonadi animali si formano generalmente all'interno del corpo. Se c'è una cavità corporea, si verifica nella cavità corporea. Le cellule germinali spesso richiedono tubi, in particolare, per uscire dal corpo, a meno che il corpo non le strappi e le rilasci. L'uscita delle cellule germinali è chiamata fossa genitale. Nei cordati, il sistema escretore viene deviato a questo scopo. Questo è il motivo per cui è combinato con il sistema genito-urinario negli ospedali. In alcuni animali con una segmentazione sviluppata, ogni segmento ha un organo riproduttivo. Soprattutto negli anellidi, ci sono molti esempi. Gli animali fecondati in vitro rilasciano solo uova e spermatozoi dal corpo.