chiaro

Article

February 8, 2023

Daisei Bel paese ᡩᠠᡳ᠌ᠴᡳᠩᡤᡠᡵᡠᠨ Inno Nazionale: Inno Nazionale della Cina (1911-1912) il più grande territorio di Qing (1820). La parte dorata è la provincia e Zhili (Cina interna), che sono le residenze dei cinesi Han nell'ex dinastia Ming, e la parte gialla è il fiore all'occhiello (cioè la Manciuria) e l'area di unione personale come Mongolia, Turkestan orientale e Tibet. Quanto sopra è l'intero paese della dinastia Qing. La parte arancione è il paese che sigilla il libro, la parte rosa è l'area in cui c'è una controversia diplomatica ai sensi del Trattato di Nerchinsk e la linea tratteggiata rossa è l'attuale territorio della Repubblica popolare cinese, ma include anche aree contese con altri paesi. Sebbene sia raffigurato come all'interno dell'area di Sakhalin, viene solo scambiato e non è effettivamente controllato. I Qing, o Daishin Teikoku, furono fondati in Manciuria nel 1616 e furono l'ultima dinastia unificata a governare la Cina e la Mongolia dal 1644 al 1912. La capitale si trovava a Shenyang e poi a Pechino. Una dinastia di conquista costruita dal popolo manciù Aisingyoro (Casa di Aisin-Kakura), in lingua manciù ᡩᠠᡳ᠌ᠴᡳᠩᡤᡠᡵᡠᠨ Nella lingua era chiamata Daisei (manciù: Dàqīng, trascrizione Katakana: Dachin). Conosciuta anche come dinastia Qing, dinastia Qing, dinastia Qing, dinastia Qing, dinastia Qing e impero Qing.

Codice Paese e come leggerlo

Motivi per scegliere il nome nazionale con il carattere cinese "Qing": Si dice che la canzone cinese Han sia stata inseguita a sud da Jurchen Kim, quindi temeva di diffidare del nome nazionale "Gokin", quindi ha scelto "Qing", che ha lo stesso suono di Kim. La teoria che si basa sulla teoria dei cinque elementi. Poiché Ming è "virtù del fuoco", abbiamo combinato "氵" che significa "virtù dell'acqua" invece di "virtù dell'acqua" e "blu" che è il colore che simboleggia l'est in "Zhourei", e abbiamo messo il significato di avanzare a Nakahara. qualcosa di simile a. Il nome nazionale "Dai Qing" è una trascrizione della parola mongola "daicin". Non è il nome del paese di Dai + Qing. Poiché la parola "daicin" significava "guerriero", c'è una teoria secondo cui "grande dinastia Qing" è "paese del guerriero". Il motivo per cui la pronuncia "shin" è diventata la lettura della dinastia Qing in giapponese: Sebbene sia stato riferito attraverso le famiglie in lutto di Nagasaki e Ming che era diverso dall'attuale pronuncia del cinese mandarino, può essere visto solo nei documenti lasciati dagli intellettuali. Nello stile Wade, Qing è scritto "Ch'ing" come trascrizione latina. Dopo che il pinyin è stato fondato nel 1958, è stato scritto "Qing". Nelle lingue occidentali dei trattati firmati alla fine del Kiyosue, il nome nazionale "Cina", che significa Cina, è spesso usato direttamente.

Storia

L'ascesa della dinastia Qing

Nel 1616, Nurhaci (manciuria: ᠨᡠᡵᡤᠠᠴᡳ, trascrizione: nurgaci, Tsutomu Aka, Taiso), promotore dell'unificazione di Jurchen (Jurchen) che viveva in Manciuria sotto il libro Ming all'inizio del XVII secolo. Dopo la fondazione del paese, Jurchen ( amaga aisin gurun) è stato il predecessore di Qing. A quel tempo, la scrittura Jurchen di Kanadai era già obsoleta, e poiché non aveva un proprio carattere, il primo "Kokukoku no Sho" fu scritto in mongolo, ma in seguito, all'epoca della fondazione di Kanadai, Nurhaci fu Ha posto le basi per lo sviluppo di Jurchen, come l'istituzione del Su-ji (carattere punto non sferico) e l'istituzione del sistema degli otto stendardi. Nel 1619, quando Nurhaci sconfisse l'esercito Ming nella battaglia di Sarhu, la sfera di influenza della nazione Jin successiva si estese a tutta la parte orientale del fiume Liao. Suo figlio, Hong Taiji, conquistò il territorio di Ming a nord di Sankai Seki e la Mongolia meridionale, e nel 1636, rappresentanti di Jurchen, mongoli e Hans si riunirono a Shenyang per tenere una grande conferenza, dove erano in precedenza. figlio di Ligdan Khan della Mongolia, che ereditò il trono dell'imperatore come discendente di