radice

Article

June 25, 2022

Le radici, insieme a foglie e steli, sono uno degli organi che compongono il corpo delle piante vascolari (pterophyta e piante da seme in senso lato). Di solito è nel terreno e fissa il corpo della pianta al substrato, sostiene la parte fuori terra (Fig. A a destra) e svolge anche il ruolo di assorbire acqua e nutrienti inorganici (→ # funzione radicale). La radice cresce sulla punta (in pratica, la divisione cellulare avviene solo sulla punta) e il tessuto che divide la punta della radice che la controlla è ricoperto da una struttura protettiva chiamata cappa radicolare (→ #punta della radice). La radice è costituita dall'epidermide, dallo strato cutaneo e dalla stele dall'esterno, e dall'epidermide vicino alla punta si formano sporgenze allungate chiamate peli radicali per espandere l'area di assorbimento dell'acqua e portare le radici a stretto contatto con il suolo (figura a destra B ) (→ # struttura interna). .. All'interno della stele, lo xilema che trasporta l'acqua assorbita e i nutrienti inorganici agli steli e alle foglie e il floema attraverso il quale passano i prodotti fotosintetici delle foglie sono disposti radialmente (stele radiali), e la stele comunica con l'esterno ed è circondata da un endoderma che regola. In molte piante vascolari, le nuove radici formatesi all'interno perforano l'esterno e si estendono fino a ramificarsi lateralmente in modo endogeno (Fig. C a destra), mentre nelle Lycophytes esogeni i rami biforcati sono esogeni (→ #ramo). Le radici derivate da radichette formatesi durante il periodo embrionale (come nei semi) sono chiamate radici fisse, e altre radici come quelle secondarie ai fusti sono chiamate radici avventizie (→ # radici fisse e radici avventizie). Nelle piante legnose (alberi), le radici, come i fusti, subiscono una crescita secondaria dovuta al cambio vascolare (→ # crescita primaria e crescita secondaria). Le radici sono solitamente sotterranee, ma sono fuori terra e possono avere funzioni speciali come la respirazione, il supporto, l'attaccamento e la fotosintesi (→ #radici varie). Le radici di solito coesistono con funghi micorrizici per formare micorrize, e funghi matsutake e tartufi sono esempi di funghi micorrizici (→ #radici che coesistono con altri organismi). In alcuni casi, i batteri che fissano l'azoto coesistono nelle radici (come il trifoglio bianco). Le piante parassite usano anche le loro radici per parassitare altre piante. Alcune radici sono commestibili (ravanello, patata dolce, carota, ecc.) e medicinali (ginseng coreano, scopolia japonica, ecc.) (→ #rapporto con l'uomo). Come accennato in precedenza, la radice significa fondamentalmente l'organo della pianta vascolare, ma la struttura simile di altri organismi come piante di muschio, alghe e animali fissi può essere chiamata radice per comodità. Di seguito, spieghiamo le radici, che sono gli organi delle piante vascolari.

Struttura

La principale generazione di sporofiti nel ciclo di vita delle piante vascolari (i corpi che hanno due serie di genomi e formano spore per meiosi) è costituita da steli e foglie (a volte raggruppati come germogli) e radici. Eccezionalmente, piante che dipendono fortemente da funghi micorrizici come Psilotopsida (Psilotopsidae), Koichiyoran e Oninoyagara (Orchidaceae), e alcune piante galleggianti come Salvinia (Polypodiopsida) e Bromeliad (Satoimoidae). , Piante aeree come Salvinia (Psilotopsidae) senza radici, almeno allo stato maturo.

Radice

Le radici sono solitamente strutture allungate a forma di albero con crescita della punta. La punta della radice è chiamata apice della radice. All'interno della punta della radice, c'è un meristema chiamato meristema apicale della radice (RAM), che subisce una divisione cellulare attiva (Fig. 1a a destra). A differenza del meristema apicale del germoglio dello stelo, il lato apicale del meristema apicale della radice è ricoperto da un parenchima multicellulare chiamato cappello radicolare (Fig. 1a a destra). Il tessuto spaccato dell'apice della radice cresce creando un cappuccio radicolare sul lato dell'apice e un nuovo tessuto radicolare sul lato della base. Man mano che le radici crescono nel terreno, le cellule del cappuccio radicale sulla superficie della punta cadono gradualmente (di solito 1.