Abolizione dei comuni giapponesi

Article

January 31, 2023

Nell'abolizione dei comuni in Giappone (Nihon no Shichoson no Haichibungo), spiegheremo la divisione, la separazione, la coalescenza e l'incorporazione dei comuni in Giappone. Corrisponde a una forma di "Abolizione dei comuni o modifica dei confini dei comuni" di cui all'articolo 7 della legge sull'autonomia locale. Si dice che la fusione e il trasferimento di città, paesi e villaggi sia una fusione e generalmente si fa riferimento a una fusione di città, paesi e villaggi.

Panoramica

In Giappone, dall'entrata in vigore dei sistemi municipali e municipali nel 1889 (Meiji 22), il numero dei comuni ha teso a diminuire costantemente da una prospettiva più ampia, e i casi di fusioni di città, paesi e villaggi sono schiaccianti rispetto ai casi di divisione e separazione, ce ne sono molti. Per quanto riguarda la fusione di città, paesi e villaggi, il numero di città, paesi e villaggi è diminuito da 71.314 a 15.859 dal 1888 (21° anno di Meiji) al 1889 (22° anno di Meiji).Dal 1956 (Showa 31) al 1961 (Showa 36), il numero di città, paesi e villaggi è diminuito da 9.868 a 3.472 con la Nuova Legge di Promozione Edilizia Comunale Dal 1999 (1999) al 2006 (2006), il numero di comuni è diminuito da 3.232 a 1.821 a causa della revisione della Legge Speciale di Fusione dalla Legge Collettiva, e c'era un movimento su larga scala chiamato "Grande Consolidamento Heisei". Tuttavia, dall'inizio degli anni 2010, non c'è stato quasi nessun movimento per unire città, paesi e villaggi, e da quando la città di Tochigi, nella prefettura di Tochigi, ha incorporato la città di Iwafune, nel distretto di Shimotsuga il 5 aprile 2014, nessuna fusione di città, paesi e villaggi è stato effettuato fino ad ora. Inoltre, la modifica della prefettura di appartenenza del comune corrisponde alla "modifica del confine delle prefetture" ed è prevista dall'articolo 6 della legge sull'autonomia locale.

Legge sull'autonomia locale Articolo 7

Articolo 7 La soppressione dei comuni o la modifica dei confini dei comuni è deliberata dal governatore della prefettura, previa delibera della relativa assemblea prefettizia su istanza del comune di riferimento, e il fatto deve essere immediatamente notificato al ministro dell'Interno e delle comunicazioni. . Quando si tenta di abolire la città ai sensi delle disposizioni del paragrafo precedente, il governatore della prefettura deve consultarsi preventivamente con il Ministro degli affari interni e delle comunicazioni e ottenere il loro consenso. Il Ministro dell'interno e delle comunicazioni determina la soppressione dei comuni o la modifica dei confini che accompagna l'istituzione di comuni oltre i confini delle prefetture, in base all'applicazione delle amministrazioni locali ordinarie competenti. In caso di disposizione dell'istituzione di un comune oltre i confini delle prefetture ai sensi del comma precedente, il Ministro dell'interno e delle comunicazioni dispone la prefettura di appartenenza del comune su istanza della relativa ordinanza ente pubblico locale Determinare. Quando, nei casi di cui ai commi 1 e 3, è richiesta la cessione dei beni, ne discutono e determinano i comuni interessati. L'istanza o la consultazione di cui al comma 1 e ai tre commi precedenti è sottoposta alla deliberazione delle assemblee degli enti pubblici ordinari locali competenti. Ricevuta la comunicazione ai sensi del comma 1, ovvero preso il provvedimento di cui ai commi 3 o 4, il Ministro dell'interno e delle comunicazioni ne dà immediata notizia e ne dà comunicazione al responsabile dell'organo amministrativo competente del paese. Deve essere notificato. La disposizione di cui al comma (1), comma (3) o comma (4) acquista efficacia con la notifica ai sensi del comma precedente. * Non c'è nessun numero di articolo nel testo originale.

Storia della fusione di città, paesi e villaggi

Grande consolidamento Meiji

Anche dopo la Restaurazione Meiji, città e villaggi esistevano come comunità spontanea del periodo Edo e furono la base della vita. Inizialmente, il governo Meiji stabilì un ampio sistema di suddivisione dei rioni indipendentemente da ciò, ma a causa della grande opposizione dei residenti, la legge sull'organizzazione dei rioni, delle città e dei villaggi della contea fu emanata nel 1878 (Meiji 11), e la città e il villaggio furono riconosciuti come unità di base. , Sono stati istituiti il ​​sistema della contea e la sede centrale che ha giurisdizione su circa 5 città e villaggi. Però,