Diga multiuso

Article

August 16, 2022

Una diga multiuso (Tamokuki Dam) è una diga che ha molteplici funzioni come il controllo idraulico e l'utilizzo dell'acqua. Ha in parte o tutto il controllo delle inondazioni, l'utilizzo dell'acqua non specificato, la produzione di energia idroelettrica, l'irrigazione, l'approvvigionamento idrico e l'acqua industriale. Inoltre, ci sono dighe che hanno lo scopo di irrigare la neve per sciogliere la neve e attività ricreative come il canottaggio e l'orienteering.

Introduzione

Poiché lo scopo principale è il controllo delle piene controllo idraulico, in senso stretto, si riferisce a una diga il cui scopo principale è il controllo delle piene e ha molteplici scopi. Per questo motivo, le dighe che non hanno scopi di controllo delle inondazioni spesso non sono trattate come dighe multiuso, anche se hanno più scopi. Si dice che la prima "diga" multiuso costruita in Giappone, comprendente piccole dighe come un bacino idrico, sia stata completata nel 731 durante il periodo Nara sotto il comando del grande sacerdote Gyoki, che lavorò duramente per costruire il Grande Buddha del Tempio Todaiji .Kunyang Pond (Itami City, Prefettura di Hyogo) per il controllo delle inondazioni e l'irrigazione. La diga di Okiura (bacino del fiume Iwaki Aseishigawa, poi diga di Aseishigawa) è stata costruita dalla prefettura di Aomori come una diga multiuso che soddisfa l'attuale definizione di dighe (dighe con un'altezza di 15 metri o più nella legge fluviale e nell'ordinanza strutturale per la gestione dei fiumi strutture, ecc.) È stato sommerso a causa della costruzione e ora scompare), che è il primo esempio di costruzione, e la diga di Mukodo (Nishikigawa) costruita dalla Prefettura di Yamaguchi è il primo esempio completato. La costruzione è stata eseguita una dopo l'altra in linea con le esigenze dei tempi, come le successive inondazioni dopo la guerra, l'aumento della domanda d'acqua a causa della crescita della popolazione e la crescente necessità di acqua industriale a causa della forte crescita economica. Successivamente, è stata applicata la "Legge specifica per le dighe multiuso" e la definizione è diventata più chiara. Le dighe polivalenti si suddividono grosso modo in dighe polivalenti specifiche (gestite dal Ministero del Territorio, delle Infrastrutture, dei Trasporti e del Turismo) e dighe polivalenti ausiliarie (gestite dalle prefetture), nonché dighe polivalenti (gestite dalla Japan Water Agency) sulla base del " Japan Water Agency Law" e più imprese. C'è anche una diga multiuso come "opera combinata" (stipulata nell'articolo 17 della legge fluviale) gestita e gestita da. Molti di loro sono di natura grande e la più grande diga multiuso in Giappone attualmente è la diga di Tokuyama (Kiso River System Ibi River, Japan Water Agency).

Diga specifica polivalente

La diga multiuso specificata si basa sulla "Legge sulla diga multiuso specificata" emanata nel 1957 (Showa 32), e il ministro del territorio, delle infrastrutture, dei trasporti e del turismo (il ministro delle costruzioni al momento dell'emanazione) è la principale entità commerciale di pianificazione alla gestione dopo il completamento È una diga multiuso che viene eseguita. Trattandosi di una diga sotto il diretto controllo del Ministero del Territorio, delle Infrastrutture, dei Trasporti e del Turismo, viene anche chiamata "diga a controllo diretto" o "diga diretta".

Storia

Le misure globali di controllo idraulico divennero un problema per i danni causati dalle inondazioni dopo la guerra, ma nel 1949 (Showa 24), la sede centrale per la stabilità economica era un organo consultivo del Consiglio del fiume (il nome ufficiale è Consiglio per la ricerca sullo sviluppo globale del fiume. ( Chiamato anche il gruppo di studio) ha annunciato il "Piano di revisione e riabilitazione del fiume" e ha sostenuto lo sviluppo completo del fiume mediante dighe multiuso. Questo è stato sviluppato e la "Legge nazionale per lo sviluppo globale del territorio" è stata applicata nel 1950 (Showa 25), e l'anno successivo è stato annunciato il "Piano di sviluppo globale per aree specifiche" per 22 regioni a livello nazionale. . Il Ministero delle Costruzioni (attualmente Ministero del Territorio, delle Infrastrutture, dei Trasporti e del Turismo) ha ulteriormente promosso lo sviluppo sistematico e completo del fiume come progetto sotto il controllo diretto di sistemi idrici importanti per la vita delle persone, poiché lo scopo è garantire l'approvvigionamento idrico, ecc. ., coesisteranno più attività e potrebbe essere necessario del tempo per apportare modifiche. Al fine di porre la gestione centralizzata e il controllo delle inondazioni come priorità assoluta, l'enorme quantità di denaro coinvolta nella costruzione.