Convenzione internazionale sulla nomenclatura dei procarioti

Article

August 13, 2022

Il Codice Internazionale di Nomenclatura dei Procarioti viene utilizzato dal Comitato Internazionale di Sistematica dei Procarioti (ICS) per determinare il nome scientifico dei procarioti ed è l'unica norma internazionale.

Panoramica

Nel 1999, il nome è stato cambiato dal Codice internazionale di nomenclatura dei batteri (ICNB). Insieme all'International Code of Zoological and Fungi / Plant Naming e al International Code of Zoological Nomenclature, che hanno compiti simili, è lo standard per i nomi scientifici degli organismi viventi. L'ultima versione corrente è la versione rivista del 2008. Questo accordo stabilisce l'uso corretto dei nomi scientifici e non partecipa affatto al giudizio tassonomico. Questa convenzione si applica a tutte le specie batteriche e archeali ai nomi scientifici di classe. Il nome sopra il cancello non è specificato. Per quanto riguarda la denominazione di altri microrganismi, ai funghi e alle alghe si applica il Codice internazionale di denominazione zoologica e fungina/di piante, mentre ai protozoi si applica il Codice internazionale di nomenclatura zoologica. Per i virus, se in futuro verrà stabilita una convenzione di denominazione dei virus, verrà seguita. In questa convenzione, il nome della specie è una combinazione di due parole di nome del genere + aggettivo di una singola specie. Tutti i nomi scientifici dei taxon sono trattati come latini. Il nome genitivo deve essere un sostantivo nominativo e l'aggettivo di specie deve essere una parola latina (o una parola straniera latinizzata) che possa descrivere un nome genitivo come un sostantivo genitivo, un aggettivo o un partecipativo. parola. È auspicabile che il nome scientifico sia visualizzato in un carattere diverso (ad es. corsivo) in modo che possa essere distinto dal resto del testo.

Storia

1930: 1° Conferenza Internazionale di Microbiologia (Parigi) In questa riunione è stato formato un comitato per la nomina e la classificazione, sono state fatte raccomandazioni all'assemblea generale della sessione plenaria ed è stato approvato durante l'assemblea generale. Il suo contenuto principale è quello di rendere le questioni relative alla denominazione dei batteri uno dei piani permanenti dell'Unione internazionale delle scienze microbiologiche. Verrà istituito il Codice internazionale di nomenclatura per la microbiologia, unico comitato che si occuperà di questioni relative alla denominazione dei batteri. Riferire il contenuto della discussione di questa raccomandazione all'International Botanical Congress (1930, Cambridge, England) per la comprensione e la cooperazione. Raccomandiamo l'adozione della Species Plantarum (1753) di Linneo come punto di partenza per la denominazione batterica. Le collezioni culturali devono essere sviluppate e arricchite. 1936: 2° Conferenza Internazionale di Microbiologia (Londra) 1939: 3a Conferenza Internazionale sulla Microbiologia (New York) La sessione plenaria ha ordinato la pubblicazione di una bozza di codice, ma la seconda guerra mondiale durante la conferenza ha reso difficile. 1947: 4° Conferenza Internazionale di Microbiologia (Copenaghen) La bozza della Convenzione sui nomi dei batteri approvata dalla Terza Conferenza è stata stampata per l'uso nei materiali della Conferenza. 1950: 5° Conferenza Internazionale di Microbiologia (Rio de Janeiro) 1953: 6° Convegno Internazionale di Microbiologia (Roma) Il nome della convenzione fu deciso come "Convenzione internazionale sulla denominazione dei virus batterici" e fu incaricato di modificare la convenzione finalmente approvata, preparare un commento e pubblicarlo. 1958: 7° Conferenza Internazionale di Microbiologia (Stoccolma) 1962: 8° Conferenza Internazionale di Microbiologia (Montreal) 1966: IX Conferenza Internazionale di Microbiologia (Mosca) A seguito della decisione di un virologo rappresentato dal Virus Subcommittee dell'International Bacterial Naming Committee di preparare una convenzione di denominazione unica per il virus, è stato formato l'International Virus Naming Committee e il virus è stato escluso da questo accordo. 1968: Conferenza di Leicester Si è tenuto un incontro speciale per valutare come rivedere completamente il Patto ed eliminare nomi scientifici non necessari. Questo