Antisemitismo

Article

May 22, 2022

L'antisemitismo è ostilità, odio, persecuzione e pregiudizio contro gli ebrei e l'ebraismo. Inoltre, l'idea di discriminare ed escludere gli ebrei per motivi religiosi, economici e razziali. La posizione basata sulla teoria razziale dal 19° secolo è chiamata antisemitismo (inglese: antisemitismo) e odio ebraico prima della moderna discriminazione razziale (inglese: judeophobia, Germania: è anche chiamato antisemitismo razziale per distinguerlo da Judenhass). Semitico si riferisce al popolo semitico di lingua semitica, inclusi arabi ed ebrei. Nel 19 ° secolo, il popolo semitico e ariano furono contrapposti da Ernest Renan e Wilhelm Mar, e fu stabilito il termine "antisemitismo".

Panoramica storica

Per quanto riguarda lo sviluppo storico dell'antisemitismo, c'è il seguente accordo di Jerome Chains. Antigiudaismo nell'antica Grecia e Roma prima del cristianesimo. Questa era una personalità nazionalista. Cristiano in epoca antica e medievale. Aveva un carattere religioso e teologico e si estese ai tempi moderni. Nell'Islam. Tuttavia, nell'Islam, gli ebrei erano trattati in modo più favorevole che nella cultura cristiana. Cose politiche ed economiche dell'epoca dei Lumi. Questo ha gettato le basi per le cose razziali successive (antisemitismo). Antisemitismo razziale dal XIX secolo. Questo culminò nel nazismo. Moderno (noto anche come Nuovo Antisemitismo). Chains sostiene inoltre che l'antisemitismo può essere ampiamente suddiviso in tre categorie: Cose antiche dal forte carattere etnico Cristiano per motivi religiosi Cose razziali dal XIX secolo In effetti, è difficile distinguere tra abuso generale e abuso tra etnie e antisemitismo nel senso dei posteri prima dell'antica Roma. Dopo l'accettazione del cristianesimo da parte delle nazioni europee, c'è stata una situazione che potrebbe essere chiaramente definita antisemitismo. Gli ebrei sono stati considerati outsider nel mondo islamico. L'antisemitismo di base razziale (antisemitismo) è stato sostenuto nella società moderna dopo le rivoluzioni scientifiche e industriali, provocando il genocidio degli ebrei da parte della Germania nazista durante la seconda guerra mondiale. Dalla fondazione di Israele nel 1948, l'antisemitismo si è diffuso in Medio Oriente. Di seguito, non solo la storia dell'antisemitismo, ma anche la storia della nascita dell'antisemitismo, la situazione di ogni epoca che circonda gli ebrei, il trattamento degli ebrei in ogni società e la reazione degli ebrei...

Antico

Nel 586 aC, Nabucodonosor II del regno neobabilonese conquistò il regno di Giuda. Il tempio di Gerusalemme fu distrutto e gli ebrei, incluso il re Sedechia, furono fatti prigionieri e costretti a trasferirsi a Babilonia (cattività babilonese). Nel 538 a.C., il re Ciro II di Persia conquistò l'impero neobabilonese, permettendo agli ebrei di ricostruire il tempio e liberandolo. A quel tempo, alcuni mercanti ebrei non tornarono in Palestina, ma rimasero a Babilonia e altrove, separando così gli ebrei durante il dominio persiano (537 aC-332 aC). Ecateo di Abdullah, filosofo greco del IV secolo a.C., notò che Mosè stabilì uno stile di vita contrario allo spirito di umanità e ospitalità. Nel II secolo a.C., il re Antioco IV di Siria seleucide era Tolomeo d'Egitto.