atomismo

Article

February 1, 2023

L'atomismo (atomismo) è una teoria, ipotesi o principio secondo cui tutto è composto da un insieme di cose estremamente piccole (atomi, atomi) che non possono essere ulteriormente divise. Si sovrappone al materialismo e alla teoria meccanicistica.

Atomismo greco antico

Nell'antica filosofia greca, il filosofo presocratico Anassagora della Scuola Ionica ha aperto la strada al dibattito predicando che tutte le cose consistono nel più piccolo componente, gli "spermata" (seme). Più tardi, un gruppo di Leucippo e del suo discepolo Democrito, che erano contemporanei a Socrate, sostenevano l'atomismo secondo cui "atmon" (inseparabile) è la più piccola unità della materia. L'atomismo di Democrito et al. è ereditato dall'ellenistico Epicuro e dalla repubblica romana Lucrezio, in conflitto con la metafisica di Platone e Aristotele. Più di mille anni dopo fu riscoperta dall'umanista rinascimentale Poggio Bracciolini.

Atomismo indiano

Nello studio della storia filosofica indiana dal XX secolo, le idee dei Sei Maestri Eretici, del Giainismo, della scuola Vaisheshika e delle idee "minimali" buddiste sono chiamate "atomismo" per comodità, come se fossero l'antica Grecia.

"minimo" buddista

La teoria atomica può essere vista nella teoria dell'Abhidharma della scuola buddista "Sarvastivada" dal periodo centrale in poi. Si dice che il colore (escluso il non colorato) consiste in un insieme di molti atomi (parama anu, estremamente fine) ("anu" significa "particelle fini". "Parama" significa "migliore" ed "estremo"). Gli atomi sono così grandi che non possono più essere divisi nel limite della materia che si divide gradualmente. Gli atomi sono particelle fini, ma non hanno una superficie tridimensionale avvolgente (perché se lo fanno, possono essere ulteriormente divisi, il che è contrario alla definizione). La seconda unità, Anu, è una raccolta di sette atomi, uno ciascuno nelle direzioni verticale, orizzontale, anteriore e posteriore centrata sull'atomo. C'è stata una controversia sul fatto che un atomo entri in contatto con un altro atomo, ma si accetta che sia corretto non entrare in contatto (se lo fa, è parzialmente o totalmente a contatto. Tuttavia, se toccano tutto, i due atomi si si sovrappongono affatto, e se si toccano in parte, l'atomo avrà una parte, quindi l'atomo che non dovrebbe più essere diviso sarà ulteriormente diviso. Perché va contro la definizione)

Atomismo islamico

Nella teologia della teoria islamica (kalam), con alcune eccezioni, si dice che la base dell'ontologia è l'atomismo. Jawhar fard è Juz'la yatajazza'u ( la parte che non può più essere divisa) e corrisponde ad un atomo. Tuttavia, un'altra unità di esistenza è "arad", che afferma che gli atomi sono sempre associati agli incidenti e che gli incidenti e gli atomi scompaiono nel momento successivo in cui vengono creati da Dio. Jawhar fard è combinato per formare un cosiddetto oggetto, e tutti i cambiamenti nell'oggetto (atomo) sono spiegati dall'incidente creato da Dio e la relazione tra gli oggetti è negata. Nell'atomismo islamico (che non cerca di spiegare il mondo meccanicamente come l'atomismo occidentale), il mondo è muhdath, ed è Dio che crea il mondo, spiegando che Dio controlla direttamente il mondo. Tuttavia, ci sono vari tipi di spiegazioni e la Scuola Ash'ari non consente alcuna persistenza della contingenza e tutti gli atomi sono legati, separati e formati.