Stechiometria

Article

February 1, 2023

La stechiometria è una teoria delle relazioni quantitative nelle reazioni chimiche. In altre parole, poiché una reazione chimica è una ricombinazione in una forma in cui le singole molecole del sistema di reazione sono determinate dalla reazione, le quantità coinvolte nella reazione sono proporzionali tra loro, il che è una teoria che spiega la relazione quantitativa di la reazione chimica. Per la reazione stechiometrica (chimica), che è il concetto opposto alla reazione cinetica, vedere la teoria della reazione chimica. La parola stechiometria deriva dalla parola greca στοιχεῖον (stoicheion), che significa elemento, principio, e μέτρον (metron), che significa misura.

Concetto di stechiometria

In un sistema di reazione chimica reale, è impossibile osservare i cambiamenti nelle singole molecole con un sistema di osservazione macro o contare i cambiamenti con un metodo normale, quindi alcuni misurano la quantità (per misurare la quantità di cambiamento nella reazione con un sistema macro ) Metrica) è obbligatorio. D'altra parte, gli stati termodinamici come l'espansione e la contrazione cambiano con reazioni chimiche e in alcuni casi si verificano anche cambiamenti di fase.Pertanto, non è opportuno misurare una sostanza con una dimensione di lunghezza come la dimensione.E la massa è adottata come una misura di cambiamento. Ad esempio, le osservazioni che ignorano la fase gassosa portano alla falsa conclusione che il carbonio scompare quando brucia (si ossida) e le sostanze scompaiono nelle reazioni chimiche (o viceversa, sono generate dal nulla). La legge di conservazione della massa di Antoine Lavoisier adotta la massa come quantità misurata, e se il sistema di reazione è impostato in modo che nessuna sostanza entri o esca dal sistema di reazione prima e dopo la reazione, questa quantità misurata si dice conservata. che costituisce la base di. Quando si osserva la reazione secondo questa definizione, si può vedere che esiste una relazione proporzionale tra la quantità di variazione nel reagente e la quantità di variazione nel prodotto. Questa è la legge della proporzione definita di Proust e, dal punto di vista delle molecole coinvolte nella reazione, le relazioni quantitative coinvolte in ogni singola reazione sono uniche tra più reagenti (o prodotti in alcuni casi). è una relazione equivalente tra loro. Ad esempio, nella reazione in cui si genera anidride carbonica da carbonio e ossigeno, 2 equivalenti di ossigeno reagiscono con 1 equivalente di carbonio, e nella reazione in cui si genera monossido di carbonio da carbonio e ossigeno, si genera ossigeno rispetto a 1 equivalente di carbonio 1 equivalente reagisce. Guardando questo da un altro punto di vista, quando uno della pluralità di reagenti è eccessivo, la quantità del reagente che può essere reagito è determinata dalla quantità del reagente più piccolo e il reagente in eccesso rimane non reagito nel sistema. importo è prevedibile. Dalle conseguenze di questa stechiometria è possibile stimare la quantità richiesta di reagenti e la quantità prevista di prodotti una volta determinata la reazione chimica. La resa della reazione e la purezza assoluta per analisi elementare possono invece essere ricavate dalla differenza tra il risultato del calcolo stechiometrico e la quantità effettivamente misurata. In questo modo, la relazione quantitativa delle reazioni chimiche si basa sulla stechiometria. Concentrandosi su un reagente, c'è una regolarità che un semplice rapporto intero mantiene tra relazioni equivalenti in altre reazioni simili che coinvolgono quel reagente, che è la legge delle proporzioni multiple di Dalton (il significato di questa legge sarà descritto più avanti). Una reazione chimica è una ricombinazione di un atomo (molecola) come suggerito da Dalton, ed è espressa da una formula di reazione (chimica).

Stechiometria ed equazione di reazione

Quando la relazione stechiometrica è espressa da una formula di reazione, le specie molecolari che compaiono sui lati destro e sinistro sono espresse con coefficienti. In particolare, la legge di conservazione della massa,