Legge sull'indicazione di residenza

Article

January 30, 2023

La legge sull'indicazione di residenza (legge n. 119, 10 maggio 1958) è una legge giapponese che stabilisce il sistema di indirizzo e le misure per la sua attuazione. L'abbreviazione è la legge sull'indicazione della residenza. L'indirizzo nell'area in cui è implementato questo sistema non è rappresentato dal nome della città/nome personaggio e numero di lotto, ma dal nome della città/nome personaggio e codice blocco e numero civico o nome della strada e numero civico.

Panoramica

In Giappone dopo l'era Meiji, in origine era consuetudine visualizzare un indirizzo in base al nome del personaggio e al numero di lotto. Tuttavia, se la divisione viene modificata o le città sono affollate, si verificheranno i seguenti inconvenienti. I confini del territorio comunale sono complessi e poco chiari. Ci sono nomi di città uguali e simili nello stesso comune. L'ordine delle terre e l'ordine dei numeri di lotto non coincidono. Ci sono molte case sul terreno con lo stesso numero di lotto. È diventato chiaro che una tale situazione è un ostacolo agli affari amministrativi e alle attività economiche, come ostacolare la consegna della posta e dei servizi di corriere. Questa legge è stata emanata per eliminare tale situazione, e il metodo di visualizzazione della residenza (articolo 2), la procedura per l'attuazione dell'indicazione della residenza (articolo 3) e la razionalizzazione dell'area della città / carattere ( Art. 3) Prevede l'obbligo di utilizzare l'indirizzo di residenza (art. 6), l'obbligo di installare il tabellone di quartiere e l'obbligo di affissione del numero civico (art. 8). Inoltre, dopo l'entrata in vigore di tale legge, in sede di attuazione del sistema di indirizzamento residenziale, si sono verificati casi in cui l'adozione di una nuova denominazione di città che non aveva alcun collegamento con la denominazione di città convenzionale e la completa riorganizzazione dell'area di città convenzionale ha provocato un contraccolpo da parte sono state aggiunte disposizioni quali disposizioni speciali per il cambiamento di città e caratteri (articolo 5-2) e misure per l'eredità dei nomi di città e caratteri antichi (articolo 9-2).

Commento articolo per articolo

I numeri cinesi nel testo sono stati modificati in numeri aritmetici. Del "tsu" nel testo, quello che rappresenta il sokuon è stato cambiato nel piccolo "tsu". In questa sezione, "Commento al Ministero degli affari interni" fa riferimento al "Capitolo 1 Legge sull'indicazione degli alloggi" (pp. 1-36) in "Commento sul sistema di etichettatura degli alloggi (edizione rivista)" edito dal Ministero degli interni Divisione per la promozione degli affari (Economia politica Shoin, 1986). ..

Articolo 1 (Scopo)

Articolo 2 (Principio del sistema di indirizzamento)

Indirizzo e luogo di residenza: secondo il "Commento del Ministero degli affari interni", è sinonimo di indirizzo e luogo di residenza del codice civile (legge n. 89 del 27 aprile 1897). L'indirizzo della società deve essere presso la sede della sua sede (articolo 4 della legge sulle società). Uffici, uffici e altre strutture simili: secondo il commento del Ministero degli affari interni, questo include uffici governativi, uffici aziendali / filiali / fabbriche, municipi / parchi e magazzini che possono essere destinazioni di consegna per le merci. Orbita: Secondo il "Commento del Ministero degli Interni", l'orbita di cui alla legge sui binari (legge n. 76 del 14 aprile 1918). Strutture permanenti: secondo il commento del Ministero degli affari interni, ad esempio, include una robusta recinzione in cemento. Codice a blocchi: i numeri sono utilizzati negli "Standard per la visualizzazione delle case con il metodo a blocchi". C'è una disposizione speciale all'articolo 25 della legge sulle deroghe speciali alla fusione dei comuni (legge 26 maggio 2004, n. 59), e il nome del distretto autonomo è incluso anche nella visualizzazione residenziale nelle autonomie regionali circoscrizione istituita al momento della fusione dei comuni Corona.

Articolo 3 (Procedure per il sistema di indirizzamento)

Area urbana: secondo il "Commento del Ministero dell'interno", è sinonimo di area urbana di cui all'articolo 8, comma 1, comma 2, della legge sull'autonomia locale (legge 17 aprile 1947, n. 67) Si riferisce a un'area che si adatta oggettivamente al concetto di area urbana. Spetta al comune determinare quale area del comune corrisponde all'area urbana. Lo "standard di riferimento provvisorio" per le aree urbane è l'area densamente popolata del censimento. Voto del Parlamento: "Soluzione del Ministero dell'Interno