Repubblica Popolare Cinese

Article

June 28, 2022

Repubblica Popolare Cinese Repubblica Popolare Cinese Slogan nazionale: Servire il popolo Inno nazionale: Inno nazionale della Repubblica popolare cinese (cinese) Inno nazionale dell'esercito popolare Nota 1: Popolazione e vari dati sul PIL non includono le regioni amministrative speciali (Hong Kong, Macao) e le aree rivendicate dalla Repubblica popolare cinese (Taiwan, Kashmir, ecc.). Nota 2: Sebbene sia al terzo posto nella classifica dell'area con la Repubblica popolare cinese, l'area degli Stati Uniti è molto vicina e la classifica può cambiare a seconda della definizione di ciascun paese. La Repubblica Popolare Cinese (RPC), cinese: Repubblica Popolare Cinese, PRC, Kyone: Zhōngguó, inglese: Cina) è una nazione repubblicana socialista situata nell'Asia orientale. La capitale è Pechino.

Panoramica

Stabilito

La Repubblica Popolare Cinese ha espulso il governo della Repubblica di Cina a Taiwan dopo che il Partito Comunista Cinese, formato nel luglio 1921 in Cina sotto il dominio della Repubblica di Cina, con il sostegno dell'Unione Sovietica, attraverso la cooperazione nazionale, il Sino -Guerra giapponese e guerra civile cinese Tuttavia, fu istituita il 1 ottobre 1949 quando Mao Zedong dichiarò la fondazione del paese in piazza Cheonanmen a Pechino.

Sistema

Il sistema politico è stato di fatto una dittatura a partito unico del Partito Comunista Cinese sin dalla sua fondazione nell'ottobre 1949. Il Democracy Index dell'Economist Intelligence Unit, un istituto di ricerca sotto l'egida di Economist Magazine, è al 153° posto nel mondo ed è classificato come dittatura (2019). Inoltre, Reporters sans frontières è al 177esimo posto nell'indice mondiale della libertà di stampa, il quarto dal basso, ed è classificato come uno dei paesi più seri (FY2020). Per quanto riguarda la situazione dei diritti umani in Cina, Human Rights Watch ha affermato: "La Cina è ancora una dittatura a partito unico e sopprime sistematicamente i diritti umani fondamentali". "Avvocati e attivisti per i diritti umani sono stati arrestati e accusati arbitrariamente. "Abbiamo aumentato il controllo sui diritti umani. -organizzazioni governative, attivisti, media e Internet". È stato visto nell'edizione del premio Nobel per la pace di Liu Xiaobo nel 2010, il caso in cui il governo ha rapito i critici a Hong Kong ed è scomparso con la forza nel 2016 e il monitoraggio del discorso della gente nel nuovo numero di Corona nel 2020. Negli ultimi anni, ci è stata una tendenza a rafforzare ulteriormente il controllo del linguaggio e la repressione. Anche la questione delle violazioni dei diritti umani contro le minoranze etniche, come la questione tibetana e quella uigura, è grave e preoccupa la comunità internazionale. In particolare, il governo degli Stati Uniti, la Camera dei rappresentanti canadese, il parlamento olandese, la Camera dei rappresentanti britannica e il parlamento lituano hanno identificato politiche di genocidio per i campi di detenzione degli uiguri. Dal 2019, ha rafforzato il suo controllo su Hong Kong nell'ambito del sistema di un paese, due sistemi.

Economia

La dinastia Qing, la Repubblica di Cina e la Repubblica popolare cinese prima del 1978 soffrivano di stagnazione economica e militare e povertà da oltre 200 anni a causa della continua guerra civile, conflitto, disordini e controllo di altri paesi. Dall'introduzione della riforma e dell'apertura nel dicembre 1978, sono state istituite "zone economiche speciali" e "città costiere aperte" sotto il nome di "economia di mercato socialista", ed è stato fatto un cambiamento fondamentale dal sistema economico socialista. Di conseguenza, lo slancio degli afflussi di capitali esteri è aumentato, raggiungendo un tasso di crescita medio annuo del PIL reale del 9% o più per più di 20 anni, e nel 2010 ha superato il Giappone in termini di PIL ed è la seconda economia più grande del mondo dopo gli Stati Uniti. Divenne un paese con. La Repubblica Popolare Cinese non è mai stata più prospera nella storia della Cina. Potere d'acquisto a favore dei paesi in via di sviluppo