Tassonomia di Linneo

Article

August 17, 2022

Il sistema di classificazione gerarchico di Linneo (sistema di classificazione gerarchico di Linneo) si basa sul sistema di classificazione costruito da Carl von Linné (1707–1778). , è un termine che si riferisce al sistema di classificazione oggi ampiamente utilizzato. La Species Plantarum del 1753 di Linneo, la nomenclatura botanica, divenne lo standard per la nomenclatura vegetale odierna e la decima edizione del Systema Naturae del 1758, che descrive 4236 specie di animali, è la nomenclatura animale odierna. Tassonomia di Linneo, nota anche come tassonomia di Linneo. Questa sezione tocca la classificazione gerarchica attualmente in uso e mostra il sistema di classificazione effettivamente utilizzato da Linne. La posizione gerarchica del taxon nella tassonomia di Linneo è chiamata "classe" e l'insieme dei taxa a cui è assegnato un certo rango è chiamato "categoria".

Panoramica

La sistematizzazione degli oggetti naturali ha dato un importante contributo alla comprensione della diversità della natura come scienza. Il primo tentativo è Systema Naturae, scritto da Linne nel 1735. Linneo non è stato il primo a sistematizzare in relazione alla diversità naturale, ma si può dire che gli scritti di Linneo hanno portato a trattare la questione della sistematizzazione come una disciplina moderna, la tassonomia. Linne adotta un meccanismo per classificare gli organismi in modo gerarchico ed è considerato un "sistematista" nella storia della ricerca naturale. Linneo ha uno spirito sistematico e integrato e pensava che fosse sistematizzazione classificare e organizzare attraverso la valutazione relativa della somiglianza di tutti gli oggetti naturali. Linne ha anche paragonato la sistematizzazione al "filo di Arianna" in botanica. Era necessario un sistema per la sinossi delle piante (sinossi, "l'intero quadro della creazione di Dio"). Si dice che Linneo stabilisse il sistema di classificazione per categorie come genere, ordine e classe perché credeva che il biota classificato in ogni categoria avesse l'immagine ideale che il Creatore aveva in mente. A quel tempo, non c'era quasi idea che gli esseri viventi si sarebbero evoluti e si pensava che le specie di esseri viventi fossero immutabili. Linne ha stabilito il principio per comprendere gli oggetti naturali e ha promosso la definizione. Il concetto più importante è la classe di classificazione basata su "specie specie". Linne divise gli oggetti naturali in minerali, piante e animali e li classificò nel regno minerale, nel regno vegetale e nel regno animale, e conosceva questi tre regni. Di questi, Linneo ha ricercato in modo indipendente le piante. Nel 1753 Linneo organizzò il regno vegetale nel suo libro Species Magazine utilizzando quattro classi: classe, ordine, genere e specie (e varietà). E la classificazione sistematica significa che a qualsiasi varietà o specie della classe più piccola viene assegnata qualsiasi posizione come genere, occhio e classe. Il sistema di classificazione linneo è stato sistematizzato in base al "genere". Le specie sono classificate in generi e nella discussione del sistema il genere è stato utilizzato come unità. Questo riconoscimento è continuato prima di Linne e nel metodo multi-nome pre-Linne, il nome della specie era composto da un nome di genere seguito da un elenco di aggettivi multipli e c'era un forte senso di subordinazione. La nomenclatura binomiale segue questa, e il nome della specie è espresso da "nome del genere + aggettivo della specie". Oggi, ci sono sette gradi tassonomici di base (regno, divisione, classe, ordine, famiglia, genere e specie) dall'alto. Nelle piante, questo è chiamato rango primario)