ebreo

Article

May 22, 2022

Gli ebrei (ebraico, ebraico: יהודים, inglese: ebrei, ladino: Djudios, idish: ייִדן) sono composti da credenti ebrei (gruppi religiosi) o da coloro che hanno seguaci ebrei come genitori. Un credente religioso. Il significato originale si riferisce solo agli israeliti in senso stretto, ma nel VII secolo il popolo khazaro (il popolo del regno khazaro (persone di razze diverse dagli israeliti)) fu riabilitato e si unì all'ebraismo, e il significato del stessa razza (razza di sangue) è Dato che non c'è più, il nome ebraico è corretto. L'origine degli israeliti in senso stretto deriva dal fatto che uno degli israeliti, il Giuda, era del re d'Israele. Il nome giudaismo è dovuto al fatto che è una religione adorata da molti ebrei. Di solito è una razza (connessione genetica) ed è un nome trattato come una razza, ma è un gruppo religioso internazionale che si riferisce a persone che appartengono a gruppi religiosi ebraici con il nome comune di ebrei. (Formalmente, il nome ebraico è corretto.) Il guru cristiano Gesù Cristo è anche un ebreo ebreo ed è noto per essere un semitico. Fino alla metà del 19° secolo, in Europa, le persone erano considerate principalmente come credenti ebrei diversi dall'uso israeliano, ma dopo l'istituzione del moderno stato-nazione, la visione come gruppo etnico religioso si diffuse. Halakha stabilisce che gli ebrei sono quelli nati da madri ebree o che sono entrati nel giudaismo attraverso procedure formali. Secondo l'attuale sondaggio, ci sono più di 13,4 milioni di ebrei nel mondo. Israele è una nazione etnicamente unica e gli immigrati vivono in ogni paese. A volte indicato come ebraico o semitico. Dalla diaspora, gli ebrei hanno formato comunità in tutto il mondo e si sono affermati come un gruppo etnico minoritario con le proprie religioni e storia. Tuttavia, non possono essere classificati come un gruppo etnico che condivide storia e cultura nel suo insieme. In termini di lingua, alcuni sono yiddish e alcuni sono radino. Storicamente, gli ebrei erano ebrei, ma al momento possono essere descritti solo come gruppi culturali che trascendono nazionalità, lingua e razza e non possono essere definiti da un'unica scala.

Definizione

La definizione che "gli ebrei sono credenti ebrei" si applica in epoca antica e medievale, ma fin dai tempi moderni persone di origine ebraica che si sono convertite al cristianesimo (Felix Mendelszone, Gustav Marler, Heinrich Heine). , Benjamin Disleri) e ateo (entrambi-attributo Anche gli ebrei (come Siegmund Freud e Karl Marx) sono spesso considerati "ebrei". La persona che non crede nell'ebraismo in Israele è israeliano (israeliano). La Legge del Ritorno, la legge nazionale di Israele, definisce come ebreo "una persona nata da madre ebrea, o una persona che si è convertita all'ebraismo e non crede in nessun'altra religione". Inoltre, nella società ebraica e in Israele, "una persona che ha una madre ebrea" è chiamata ebrea, mentre in Europa, ecc., una persona che ha un lignaggio ebraico anche se la madre non è ebrea (Ad esempio, se il la madre non è ebrea e il padre è ebreo), sono spesso trattati come ebrei. Passato �