Calciatore professionista

Article

February 4, 2023

Un calciatore professionista è un giocatore professionista in una competizione di calcio.

Panoramica

La definizione di "professionista" nelle competizioni calcistiche è il "Regolamento sullo status e il trasferimento dei calciatori" stabilito dalla Federazione Internazionale di Calcio (FIFA).È definito come "una persona che è". Per questo motivo non solo chi non ha un contratto con la società, ma anche chi ha un contratto ma lo stipendio è molto basso, e chi è nominalmente pagato come compenso diverso dall'attività calcistica (c.d. calciatori dipendenti, ecc.) ) Non è considerato un giocatore professionista.Inoltre, un giocatore che è diventato professionista può tornare di nuovo al dilettante 30 giorni dopo l'ultima partita che ha giocato da professionista. Come regola generale, i giocatori professionisti possono trasferire la propria squadra solo tra la fine della stagione e l'inizio della stagione successiva (fino a 12 settimane) e in un momento specifico a metà stagione (fino a 4 settimane). periodo è il cosiddetto "mercato dei trasferimenti" e le cosiddette commissioni di trasferimento possono essere sostenute durante il trasferimento. È una situazione genitoriale che i giocatori di età inferiore ai 18 anni si trasferiscano in un club di un altro paese, che non è legato al calcio. Or , in linea di principio, è vietato a meno che non sussistano circostanze particolari come ad esempio entro un raggio di 100 km dall'abitazione del giocatore (tuttavia, in caso di trasferimento all'interno dell'Unione Europea (UE), è possibile subordinatamente a partire dai 16 anni). Quando si firma un contratto da professionista Di norma, la durata del contratto è di un minimo di "fino alla fine della stagione" e di 5 anni (tuttavia, 3 anni per i giocatori di età inferiore ai 18 anni), se consentito dalle regole della federazione calcistica del territorio Sono ammessi contratti per periodi diversi dalla durata massima, ma anche in caso di conclusione di un contratto di durata superiore alla durata massima, la quota eccedente verrà invalidata. Da 6 mesi prima della scadenza del contratto con il club sarà possibile negoziare un contratto con un altro club.

Storia

I giocatori professionisti sono nati nel calcio nel XIX e XX secolo in Inghilterra, dove i club originali erano gestiti da comunità come città, distretti, chiese, aziende, fabbriche e pub. Gli atleti hanno un lavoro separato dal calcio e guadagnano da questo, ma quando la competizione tra i club è diventata feroce e ai giocatori è stato richiesto di migliorare, specialmente per i giocatori della classe operaia. al fine di garantire il tempo per la pratica e stabilire un sistema che permetta di giocare a calcio senza timore di infortuni che taglino il percorso di reddito. Questa è la nascita di un giocatore professionista

Nascita ed espansione dei giocatori professionisti

Il calcio è stato codificato per la prima volta nel 1863 con l'istituzione della Football Association (FA) in Inghilterra. A quel tempo, il calcio veniva giocato principalmente nelle scuole pubbliche o in squadre basate su scuole pubbliche e il dilettantismo era la norma. Le squadre della classe operaia dominarono negli anni 1880. Le Olimpiadi di Blackburn, che consistono principalmente di operai, vinsero la FA Cup del 1883. Divennero la prima squadra della classe operaia a vincere il torneo, iniziato nel 1871. La professionalità non era consentita, ma le Olimpiadi di Blackburn hanno creato posti di lavoro per gli atleti e hanno integrato il loro reddito con un compenso fuori bilancio. Questa è la classe del Lancashire