impero bizantino

Article

August 16, 2022

Senato Romano e Cittadini Res Publica Romana (latino) Πολῑτείᾱ τῶν Ῥωμαίων (greco) Transizione dell'Impero Bizantino Il nome nazionale ufficiale è "Impero Romano". Non esiste una data ufficiale di costituzione. L'impero bizantino, l'impero bizantino, l'impero greco e l'impero greco sono i territori e le nazioni orientali dell'impero romano poiché era diviso in est e ovest. La divisione est-ovest dell'Impero Romano esiste a intermittenza dal 3° secolo, ma generalmente si riferisce al territorio dell'imperatore d'oriente dopo il 395. Il fatto che l'Impero Romano fosse "diviso" in Oriente e Occidente non esisteva nel diritto nazionale a quel tempo, e la gente a quel tempo pensava che l'Impero Bizantino e l'Impero Romano d'Occidente fossero uniti in un Impero Romano. L'ufficio dell'imperatore si trovava principalmente a Costantinopoli. Quando l'imperatore romano Romolo Augusto fu deposto dal capitano mercenario germanico Odoacre nel 476 d.C., gli imperatori d'oriente e d'occidente si riunirono formalmente tornando all'allora imperatore romano Zenone. L'impero un tempo dominava una vasta area del Mediterraneo, ma dopo l'VIII secolo divenne una nazione centrata sui Balcani e sull'Anatolia. Inoltre, poiché la grecizzazione progredì etnicamente e culturalmente dopo un certo periodo di tempo, fu chiamato "Impero greco" dall'Europa occidentale e dalla Rus della stessa epoca, e dopo il XIII secolo anche gli abitanti si chiamarono. È cambiato in " Greco".

Panoramica

All'inizio ereditò il sistema politico e le leggi della fine dell'antico impero romano e stabilì il cristianesimo (Chiesa ortodossa) come religione di stato. Esternamente, non solo mantenne il suo potere nella regione orientale, ma un tempo aveva anche la sovranità nella regione dell'ex Impero Romano d'Occidente. Tuttavia, dopo il VII secolo, la popolazione della costa mediterranea fu drasticamente ridotta a causa di una serie di guerre e pestilenze, e non fu possibile mantenere un lungo confine, e la terra fu erosa dai Persiani Sasanidi e dall'Impero Islamico. Alla fine dell'VIII secolo, anche l'influenza politica nella regione occidentale diminuì a causa dei conflitti con il papa. A causa del restringimento del territorio e della diminuzione dell'influenza culturale, la costituzione dell'Impero Bizantino cambiò da quella del cosiddetto "Antico Impero Romano". Molti degli abitanti divennero greci e nel 620 la lingua ufficiale cambiò dal latino al greco. A causa di queste caratteristiche, alcuni hanno descritto l'impero bizantino fin dal VII secolo come "Impero greco cristianizzato". Anche "Impero Bizantino" e "Impero Bizantino" sono spesso usati per questo periodo e oltre. Nel IX secolo, il potere nazionale fu gradualmente restaurato e fu istituito un sistema politico per concentrare il potere sull'imperatore bizantino. Nella prima metà dell'XI secolo, l'impero bizantino riconquistò i Balcani e la parte orientale della penisola anatolica, raggiungendo il suo apice come grande impero nel Mediterraneo orientale, ma fu solo temporaneo e poi gradualmente decadde. Dopo la seconda metà dell'XI secolo, la lotta per il potere interno si intensificò e, a causa dell'invasione della Quarta Crociata, la capitale Costantinopoli fu temporaneamente persa e il governo in esilio fu istituito in vari luoghi. Successivamente, l'Impero di Nicea, uno dei governi in esilio, riconquistò Costantinopoli, ma continuò a soffrire di afflizioni interne ed esterne. Sebbene culturalmente elevato, il territorio si ridusse uno dopo l'altro e l'autorità dell'impero fu completamente persa. E nel 1453, sebbene avesse chiesto aiuto a ovest, non ci fu grande aiuto e l'invasione dell'Impero ottomano fece cadere la capitale Costantinopoli.