Operazione Husky

Article

August 16, 2022

L'operazione Husky (Operazione Husky) è un'operazione di sbarco delle forze alleate in Sicilia, Italia, iniziata il 10 luglio 1943 durante la seconda guerra mondiale. E 'stato effettuato come un passo preliminare per lo sbarco sulla terraferma d'Italia.

Sfondo

Quando le truppe tedesche in Tunisia si arresero il 13 maggio 1943, il continente africano sulla costa meridionale del Mediterraneo era dominato dalle forze alleate. Per sostenere l'Unione Sovietica che combatte sul fronte orientale e liberare l'Europa, le forze alleate dovevano effettuare un'operazione di sbarco anticipato in Europa. A seguito di vari studi si è deciso di sbarcare in Sicilia, che riceve anche supporto aereo da Tunisia e Malta. Nel condurre l'operazione, l'esercito americano, che è incerto sull'abilità della battaglia in Nord Africa, sarà l'assistente e l'esercito britannico sarà la forza principale. D'altra parte, il Regno d'Italia, che fa parte della difesa, iniziò i preparativi per la battaglia decisiva di terraferma mentre soffriva dei sentimenti di guerra che iniziavano a diffondersi nel paese, e la divisione carri Leonessa equipaggiata con il Panzer IV ecc. fornito dall'esercito tedesco è stato recentemente stabilito a Roma.La forza della forza è stata rafforzata. Inoltre, è in corso il sabotaggio delle basi alleate da parte delle restanti truppe dell'Esercito italiano rimaste in campo dopo la caduta del Nord Africa. Inoltre, a causa del successo dell'operazione di inganno britannica "Operation Mincemeat", il fatto che la Germania, che considerava lo sbarco alleato in direzione della Grecia, fosse dispersa, ebbe un grande impatto sul campo di battaglia.

Transizione strategica

A fine maggio, le forze alleate hanno bombardato Pantelleria, che si trova tra la Sicilia e la Tunisia, e gli spari navali come livellamento pre-sbarco, e 15.000 tonnellate di bombe sono cadute sull'isola in due settimane. L'11 giugno il presidio di Pantelleria si arrende per garantire la sicurezza della rotta Tunisia-Sicilia (vedi anche Operazione Cavatappi). Il 10 luglio fu lanciata l'operazione Husky con la discesa di 140 alianti alleati e 3.000 paracadutisti, e l'Ottava Armata britannica al comando del generale Bernard Montgomery era un membro della flotta alleata centrata su sei corazzate. costa sud-orientale dell'isola e si dirigeva a nord da Siracusa a Messina all'estremità nord-orientale. Inoltre, la 7a armata degli Stati Uniti del viceammiraglio George Patton atterrerà sulla costa sud-ovest di Gela e poi si dirigerà a nord verso Palermo, sostenendo i lati di Montgomery. All'inizio dello sbarco, l'Asse ebbe un buon combattimento contro le forze alleate e la divisione corazzata tedesca Hermann Goering circondò l'unità di fanteria americana che sbarcò sulla costa di Jera, catturando centinaia di prigionieri. Anche la Divisione di Fanteria Livorno dell'Esercito Italiano ha combattuto coraggiosamente con una leggera forza anticarro come un cannone anticarro da 47 mm e un attacco ravvicinato. Tuttavia, i cannoni da campo della squadra da sbarco e gli spari navali della flotta di supporto causarono enormi danni alle forze dell'Asse, e in particolare la suddetta divisione di fanteria livornese perse quasi la metà della sua forza e fu distrutta. In questa battaglia, si dice che si sia verificata una rara battaglia in cui unità di carri armati tedeschi e navi di superficie alleate si sono impegnate in battaglie di artiglieria (il cacciatorpediniere britannico Petard ha ricevuto un contrattacco dai carri armati nemici mentre sparava sulla linea dei carri armati tedeschi). forò lo scafo e fece un buco.) La mafia siciliana, ribelle contro il regime fascista, ha risposto internamente all'esercito americano e ha sostenuto l'esercito, e il fronte dell'esercito italiano sul lato occidentale dell'isola è crollato. La Divisione di Fanteria di Aosta ha causato gravi danni alla 1a Divisione di Fanteria negli Stati Uniti, ma la tendenza non è cambiata.