Niels Abele

Article

January 29, 2023

Niels Henrik Abel (5 agosto 1802 – 6 aprile 1829) è un matematico norvegese.

Cronologia

5 agosto 1802: nato nella famiglia di un pastore a Findö, in Norvegia. Novembre 1815-Iscritto alla Scuola Cattedrale dell'Università di Christiania. 1818-Influenzato dall'insegnante di matematica Bernt Michael, si risveglia alla matematica. 1820: Muore padre Søren Georg Abel. Luglio 1821 - Diplomato alla Scuola della Cattedrale. Entrato all'università. Giugno 1822-Qualificazione del candidato alla filosofia. 1823-Pubblicato "Documento sull'integrale". 1824 --Pubblica "Un documento sulle equazioni algebriche che prova l'impossibilità di risolvere equazioni generali di cinque ordini" a proprie spese. Pubblicato "Un documento sull'effetto della luna sul movimento del pendolo". Dicembre 1824: fidanzamento con Christine. Settembre 1825-febbraio 1826-Studia all'estero a Berlino. Incontra August Leopold Kleele. Luglio 1826-dicembre 1826-Studia all'estero a Parigi. Presentata la "tesi di Parigi" all'Accademia delle scienze. Gennaio 1827-maggio 1827: studio all'estero a Berlino. 20 maggio 1827 - Tornato in Norvegia. 20 settembre 1827 - Annunciato lo "Studio sulle funzioni ellittiche, parte 1". 26 maggio 1828 - Annunciato lo "Studio sulle funzioni ellittiche, parte 2". 27 maggio 1828 - Invia "Risposta a un problema generale" a "Rapporto astronomico". 6 gennaio 1829 - Completato "Un documento sulle proprietà generali dei molto estesi nelle funzioni trascendentali". 6 aprile 1829: morì di tubercolosi polmonare. 1830-L'Accademia delle Scienze di Parigi presenta il Grand Prix.

Risultato

Dopo aver incontrato l'insegnante di matematica Bernt Michael Holmboe nel 1818, si interessò alla matematica. Dopo aver viaggiato a lungo in Europa con i suoi amici e aver conosciuto August Leopold Crelle, ha pubblicato una serie di articoli di ricerca nella sua rivista. Jacobi e Legendre hanno riconosciuto il lavoro di Abel, ma Gauss era a disagio con il documento di ricerca di Abel e Cauchy ha lasciato la sua tesi non esaminata, senza dare ad Abel alcuna giustificazione. Dopo essere tornato in Giappone, ha lavorato come docente temporaneo presso l'Università di Christiania, ma è morto all'età di 26 anni a causa di una malattia (tubercolosi e disfunzione epatica concomitante). Tuttavia, il "documento sulla natura generale di quelli molto estesi nella funzione trascendentale", che presentò all'Accademia delle scienze di Parigi, il capo della matematica, che si diceva fosse il più alto livello del mondo in quel momento, fu in seguito "un memoriale che dura più a lungo del bronzo". Per la prima volta abbiamo dato una prova accurata che non esiste una formula risolutiva generale che può essere scritta solo con potenza n√ e quattro operazioni aritmetiche per equazioni algebriche di grado 5 e superiori. Paolo Ruffini ha dato un importante contributo a questo traguardo anche prima di Abele, ma si dice che la dimostrazione di Ruffini non fosse sempre completa. L'obiettivo principale di Abele era sulle funzioni ellittiche e abeliane. Abel ha lavorato sulla funzione inversa dell'integrale ellittico dal problema della divisione uguale di Lemniscate nel libro di Gauss, e ha deciso di scoprire la ricerca di Gauss (che non è stata pubblicata durante la sua vita a causa del perfezionismo). .. Il teorema di Abel della teoria della funzione ellittica è una formula di congruenza per i poli e gli zeri di una funzione ellittica. Si dice che il suo rivale di ricerca, Jacobi, abbia visto la dissertazione di Abel e abbia fatto il massimo complimento, dicendo: "Non posso criticarla, è una grande dissertazione". Jacobi usa il teorema di Abele.