Pera

Article

June 25, 2022

Una pera è una pianta appartenente al genere Pyrus della famiglia delle Rosaceae, ovvero il suo frutto commestibile come frutto. Esistono tre tipi principali, la pera giapponese (Pyrus pyrifolia var. Culta), la pera cinese (P. bretschneideri) e la pera (pera occidentale, P. communis), che vengono coltivate in tutto il mondo per scopi alimentari. Quando diciamo semplicemente "pera" in giapponese, di solito significa nessuna somma, e questa sezione spiega anche questo. Per altri generi di pyrus, fare riferimento a ciascun elemento.

Panoramica

La pera (nessuna somma, nessun Giappone) si basa sulla specie selvatica Yamanashi (pera giapponese, P. pyrifolia var. Pyrifolia), originaria della Cina e cresce nell'isola principale del Giappone, Shikoku, Kyushu, in Cina, nella penisola coreana e Isola di Taiwan È un gruppo di varietà coltivate. Albero deciduo alto circa 15 metri. Le foglie sono ovali con una lunghezza di circa 12 cm e presentano ai bordi dentellature a forma di awn. La stagione della fioritura è intorno ad aprile e quando le foglie si aprono, vengono attaccati fiori composti da cinque petali bianchi. Da fine agosto a novembre sono commestibili frutti sferici di colore marrone chiaro o giallo-verde, simili a mele con un diametro di circa 10-18 cm. La polpa è bianca, dolce e succosa. Come le mele e le ostriche, i glutei sono più dolci, mentre il torsolo è più acido, quindi non è molto gustoso. La pera si caratterizza per la sua consistenza croccante e unica, dovuta a quelle che vengono chiamate cellule di nocciolo. Le cellule di pietra sono pareti cellulari ispessite a causa dell'accumulo di sostanze come pentosano e lignina nella carne. Poiché la quantità di cellule di nocciolo nella pera è inferiore a quella della pera, c'è una grande differenza nella consistenza tra la pera e la pera giapponese. Quelli selvatici (Yamanashi) sono piccoli, circa 2-3 cm di diametro, e la loro carne è dura e il loro sapore è aspro, quindi non sono molto adatti al cibo. Lo Yamanashi cresce solo in prossimità di insediamenti umani, e si pensa che specie coltivate che non si trovavano originariamente in Giappone si siano diffuse, come verrà descritto in seguito. Oltre a Yamanashi, il genere della pera originario del Giappone comprende Pyrus ussuriensis (Pyrus ussuriensis var. Ussuriensis), Aonashi (Pyrus ussuriensis var. Si noti che è diverso da Aonashi, a cui si riferisce collettivamente), e ci sono pere callery (Pyrus calleryana ). . .

Nome

Ci sono varie teorie sull'etimologia della pera. Arai Hakuseki, studioso del periodo Edo, afferma che la "melanzana" è cambiata perché l'acidità è più forte al centro. "Bianco medio" o "senza colore" perché la carne è bianca "Nessun vento" perché non dà frutti quando c'è vento "Amashi" "Frutta bianca del sesso" Un cambiamento della parola cinese "Riko" Inoltre, poiché il nome "pera" porta a "nessuno", lo odio ed evito di piantarlo nel giardino di casa mia, oppure a volte viene usato "solo" (parola tabù). D'altra parte, usando il significato di "nessuno", usando le pere per i materiali da costruzione della casa per prevenire il furto, "niente", e piantando pere in direzione del cancello del demone, "nessun cancello del demone", ecc. è anche un uso desiderato. Ci sono molti nomi nel mondo di lingua inglese. Dal luogo di origine, pera asiatica, pera cinese, pera coreana, pera giapponese Pera mela dalla forma a mela Pera sabbia dalla consistenza croccante come la sabbia Dalla "pera" giapponese alla pera Nashi

Storia

Si dice che le pere iniziarono ad essere mangiate in Giappone intorno al periodo Yayoi, e semi che si dice siano stati mangiati in gran numero sono stati trovati nelle rovine di Toro. Tuttavia, non è stato trovato in siti archeologici prima di allora.