Santa Cruz (California)

Article

October 2, 2022

Santa Cruz (inglese: Santa Cruz, pronunciato: [ˈsæntəˈkruːz]) è la città più grande della contea di Santa Cruz, California, Stati Uniti e capoluogo della contea. La popolazione al censimento del 2010 era di 59.946, con un aumento del 10% rispetto al 2000. Si trova all'estremità settentrionale della baia di Monterey, a circa 72 miglia (115 km) a sud di San Francisco.

Profilo della città

L'attuale città di Santa Cruz è stata una riserva indiana fin dall'antichità. Per gran parte del XVIII secolo, fu anche una delle prime aree in cui la Spagna fu pioniera durante la spedizione in Alta-California, incluso il movimento della missione in California. Dopo che la California è diventata uno stato degli Stati Uniti nel 19° secolo, Santa Cruz ha guadagnato una popolarità diffusa per le sue spiagge idilliache e le foreste costiere di sequoie ed è stata fondata come resort. Ha un clima mite ed è anche noto per le sue bellezze naturali, istituzioni educative, stili di vita con scelte e tendenze socialmente liberali. La città è sede dell'Università della California, Santa Cruz, uno dei sistemi dell'Università della California.

Storia

Ohlone e precolombiano

Prima dell'arrivo degli europei nel XVIII secolo, gli indiani Ohlone vivevano lì.

Evangelismo e l'era di Pueblo

Nel 1769, l'esploratore spagnolo Gaspar de Portola arrivò nei pressi di Santa Cruz mentre si stava recando alla baia di Monterey. Portora ha chiamato il fiume San Lorenzo dopo San Lorenzo, e le colline ondulate sopra il fiume chiamato "Santa Cruz" (la santa croce). Nel 1791, padre Fermin Raswen fondò "La Mission de la Ehartasion de la Santa Cruz (Missione di Santa Cruz)" per la conversione di Awaswa a Chatum e gli insediamenti di Ohlone circostanti. La Missione di Santa Cruz era la dodicesima missione stabilita in California. D'altra parte, la parte orientale della città ha oggi una storia diversa come insediamento secolare. Dopo l'incidente di Nuu-chah del 1789 (en, la cattura da parte della Spagna di una nave britannica sull'isola di Vancouver, in Canada), la Spagna riconobbe la necessità di prepararsi per la minaccia britannica. Nell'aprile 1796, per volere di Miguel de la Grua Taramanca y Blanciforte, Viceré di Nueva Espana, Marchese Blanciforte, l'attuale Santa Cruz per preservare la sovranità della Spagna in Alta California, costruì nella parte orientale della città un villaggio chiamato Villa de Blanciforte in onore del Viceré. Blanciforte era una delle sole tre città laiche della California, insieme a Los Angeles e San Jose. Successivamente, nel 1905, Blanciforte fu annessa alla città di Santa Cruz attraverso il fiume. Nel 1820, il Messico, da poco indipendente, iniziò a governare la regione. Dal 1833 all'anno successivo le missioni furono secolarizzate. Nei successivi 20 anni arrivò un gran numero di immigrati dagli Stati Uniti. Nel 1848, con il Trattato di Guadalupe Hidalgo dopo la fine della guerra messicano-statunitense, il Messico cedette l'Alta California agli Stati Uniti. Nel 1850, la California divenne il primo stato della terra ceduta.

Attività sociali

Come centro attivista liberale e innovativo, Santa Cruz è diventata la prima città a consentire l'uso della marijuana nella pratica medica. Nel 1992, i cittadini lo hanno riconosciuto.