Grande Barriera Corallina

Article

February 2, 2023

La Grande Barriera Corallina è la più grande area di barriera corallina del mondo sulla costa nord-orientale del continente australiano. La notazione dei caratteri cinesi è la Grande Barriera Corallina. Si estende da 10 a 24 gradi di latitudine sud, ha più di 2.900 scogliere e circa 900 isole su 2600 km (1.600 miglia) e ha una superficie totale di oltre 344.400 km2. La sua posizione geografica si trova nel Mar dei Coralli, sulla costa del Queensland. È stato registrato come Patrimonio Naturale dell'Umanità dall'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) nel 1981 e, sebbene sia una popolare destinazione turistica, la mortalità dei coralli è notevole a causa del fenomeno dello sbiancamento.

Panoramica

La Grande Barriera Corallina è così vasta che può essere vista nello spazio esterno ed è la più grande struttura singola creata da esseri viventi nel mondo. Tuttavia, l'organismo è un organismo come un minuscolo corallo o polipo e una barriera corallina formata raccogliendo miliardi di questi organismi. Questa barriera corallina ha un ruolo importante nel sostenere la biodiversità ed è stata registrata come sito del patrimonio mondiale (patrimonio naturale) nel 1981. Nel 1997, la CNN ha nominato la Grande Barriera Corallina una delle "Sette Meraviglie del Mondo" e il National Trust del Queensland l'ha riconosciuta come un simbolo dello stato. Una parte significativa della barriera corallina è stata designata come Parco Marino della Grande Barriera Corallina, limitando l'impatto delle attività umane come la pesca e il turismo. Tuttavia, si sono verificati cambiamenti ambientali che hanno un impatto negativo sull'ecosistema, come lo sbiancamento dei coralli dovuto al deflusso superficiale e ai cambiamenti climatici e l'allevamento anomalo di stelle marine corona di spine. Si stanno anche affrontando contromisure contro questi problemi e la sua gestione integrata delle coste (ICM) può essere citata come un caso all'avanguardia. Tuttavia, nel 2021, l'ambiente ha continuato a deteriorarsi così tanto che si discute se debba essere riconosciuto come Patrimonio dell'Umanità in pericolo. Gli aborigeni australiani e gli abitanti delle isole dello Stretto di Torres hanno vissuto a lungo in armonia con la Grande Barriera Corallina per 15.000 anni e hanno avuto un profondo impatto sulla loro cultura e sul loro spirito. Dopo la migrazione europea, continuarono le esplorazioni e le ricerche come quella di James Cook nel 1770. Negli anni '60, l'approvazione delle trivellazioni petrolifere all'interno della Grande Barriera Corallina portò a controversie sui pro ei contro, e negli anni '70 iniziò la considerazione per la protezione. Negli ultimi anni è diventata una nota meta turistica, in particolare le Isole Whitsunday e la zona di Cairns. Le entrate del turismo sono stimate a 1 miliardo di dollari australiani all'anno o 6 miliardi di dollari australiani all'anno come effetto economico.

Geografia e Geologia

La Grande Barriera Corallina è un segno distintivo della regione della Grande Catena Divisoria. Contiene una piccola isola di Malay. Si estende dallo stretto di Torres tra le isole più settentrionali di Bramble Cay e la costa meridionale della Papua Nuova Guinea fino allo stretto senza nome tra l'isola di Lady Elliot e l'isola di Fraser nelle isole più meridionali. Lady Elliot Island si trova a 1.915 km (1.190 mi) in linea retta a sud-est di Bramble Cay. Delle circa 900 isole, 600 provengono dai continenti e 300 dalle barriere coralline. Dal Cenozoico, il continente australiano si sta spostando verso nord ad una velocità di 7 cm all'anno. La parte orientale del continente ha avuto un periodo di sollevamento continuo, formando uno spartiacque lungo 400 km nel Queensland. Durante questo periodo, l'attività vulcanica attiva e le correnti di basalto continuarono e il granito esposto formò diverse isole. Quando si è formato il bacino strutturale, i coralli hanno iniziato ad avanzare qui e in seguito sono diventati il ​​Mar dei Coralli. Tuttavia, fino a circa 25 milioni di anni fa, il Queensland settentrionale era uno specchio d'acqua temperato, quindi Sun