Presidente dell'Uganda

Article

February 4, 2023

Il presidente dell'Uganda (presidente dell'Uganda) descrive il presidente, che è il capo di stato della Repubblica dell'Uganda in Africa orientale. L'Uganda divenne indipendente nel 1962, ma fino al 1963 fu il Regno del Commonwealth guidato dal re d'Inghilterra. Qui viene descritto il presidente del 1963, che fuggì dal Regno del Commonwealth e stabilì un sistema repubblicano e designò il presidente come capo di stato. C'è un periodo in cui il capo del governo militare fungeva anche da capo di stato, che è anche elencato insieme.

Regole elettorali

Le regole elettorali variano di volta in volta, ma la condizione di essere un cittadino ugandese rimane invariata. L'attuale costituzione promulgata nell'ottobre 1995 stabilisce che il presidente è eletto per elezione diretta del popolo e la durata del mandato è di cinque anni. Inizialmente, c'era un divieto di tre elezioni, ma nel 2005 sono state abolite le restrizioni alla rielezione (allo stesso tempo è stata consentita l'introduzione di un sistema multipartitico).

Privilegi

L'attuale costituzione promulgata nel 1995 prevede un sistema presidenziale. Tra questi, al presidente viene data un'autorità potente come il diritto di nominare e revocare il primo ministro e i ministri, il comando e la supervisione del governo e il più alto comando dell'esercito. Dopo la transizione alla repubblica nel 1963, l'Uganda era uno stato federale di regni interni come il Buganda e l'autorità del presidente del governo federale era debole (sistema parlamentare). Il potere del presidente iniziò a crescere nel 1966 quando Milton Obote abolì i regni del paese e fece dell'Uganda un'unica repubblica.

Successivi capi di stato dopo il passaggio alla repubblica (9 ottobre 1963)

Articoli correlati

Primo Ministro ugandese