Chiesa Anglicana

Article

October 2, 2022

La Chiesa d'Inghilterra (Church of England) è il nome della chiesa cristiana fondata nel Regno d'Inghilterra nel XVI secolo (1534), ed è la prima Comunione anglicana al mondo, la chiesa che è stata fondata e ne è diventata la madre. Conosciuta anche come Chiesa Anglicana, o Chiesa Anglicana all'interno della Chiesa Anglicana. Il nome Chiesa anglicana è una traduzione giapponese dell'intera Comunione anglicana, nonché una traduzione giapponese dei nomi delle chiese sorelle della Chiesa anglicana fuori dall'Inghilterra.

Panoramica

Originariamente parte della Chiesa cattolica, si separò dalla Curia romana durante il XVI secolo dal re Enrico VIII d'Inghilterra alla regina Elisabetta I e divenne una chiesa indipendente nel 1534. Può essere classificata come protestante, ma a differenza di altre fazioni protestanti, non è una questione dottrinale ma politica (questione di divorzio di Enrico VIII), e la stessa dottrina della Chiesa cattolica non viene negata.Poiché era divisa in due, ha molto in comune con la Chiesa cattolica in termini di rituale. La caratteristica principale è che il re (monarca britannico), che è il sovrano della monarchia costituzionale dell'Inghilterra (Regno Unito), è il capo della chiesa (Defender of the Faith, tradotto letteralmente come "Defender of the Faith"). A partire dal 6 febbraio 1952, la regina Elisabetta II è in quella posizione. Justin Welby è nella posizione di Arcivescovo di Canterbury, Arcivescovo della Chiesa Anglicana (105°, in carica: 10 gennaio 2013-).

Storia cristiana dell'Inghilterra

L'arrivo del cristianesimo

Si ritiene che il cristianesimo sia arrivato per la prima volta in Gran Bretagna intorno al 200 d.C. durante l'Impero Romano. Poiché l'Inghilterra (Britannia) è stata conquistata dall'Impero Romano, c'erano credenti tra il personale militare e i commercianti anche durante il bando. C'è una città chiamata St Albans nel sud dell'Inghilterra, dove la leggenda narra che St. Albans fu martirizzato all'inizio del 3° secolo. Il cristianesimo fu anche predicato separatamente in Galles, Scozia e Irlanda, e rimase dopo il ritiro dei romani. Tuttavia, le missioni inglesi formali nella storia cristiana considerano quella di Agostino di Canterbury come la prima. Agostino era un missionario inviato dal re Ezerberto del Kent per volere di papa Gregorio I. Al Sinodo di Whitby del 664, sotto la guida di Oswi di Northumbria, fu di grande importanza che fosse presa la decisione di abolire la liturgia celtica che era stata usata fino ad allora e di adottare la liturgia romana. Come altri paesi europei, il conflitto tra l'autorità reale e papale è diventato importante in Gran Bretagna sin dal tardo Medioevo. Le questioni erano la questione dei beni detenuti dalla chiesa, la giurisdizione sul clero e il diritto all'investitura. Soprattutto durante il periodo di Enrico II e di re Giovanni, il re e il papa combatterono ferocemente.

Divisione con Roma

Nonostante il conflitto tra l'autorità reale e quella papale, la chiesa inglese rimase unita a Roma per tutto il Medioevo. La prima decisiva divisione tra la Chiesa anglicana e Roma avvenne al tempo di Enrico VIII. La causa è Henry.