Burkina Faso

Article

August 16, 2022

Il Burkina Faso è un paese senza sbocco sul mare dell'Africa occidentale. Il paese confina a nord con il Mali; Togo e Ghana nel sud; Niger a est, Benin a sud-est; e Costa d'Avorio nel sud-ovest. Precedentemente il nome della Repubblica dell'Alto Volta che era una colonia francese, il presidente Thomas Sankara ha cambiato il nome di questo paese in Burkina Faso ("Burkina" in lingua Mossi che significa "persona onesta" o "persona onesta", e "Faso" in lingua Mossi Lingua Dioula che significa "patria") che significa "Terra degli Onorati" il 4 agosto 1984. La capitale del Burkina Faso è Ouagadougou (pronuncia: Wagadugu), chiamata "Waga" dalla gente del posto. Gli abitanti del Burkina Faso sono conosciuti come Burkinabé.

Storia

Epoca preistorica

Come tutte le parti dell'Africa occidentale, il Burkina Faso è stato abitato da esseri umani sin dall'inizio, in particolare da cacciatori-raccoglitori nella parte nord-occidentale del paese (12.000-5.000 a.C.), e i cui strumenti (raschietti, scalpelli e punte di freccia) sono stati scoperti in 1973. Tra il 3.600 e il 2.600 a.C. sorsero insediamenti con i contadini, le tracce della struttura lasciarono edifici impressionanti relativamente permanenti. L'uso del ferro levigato, della ceramica e della pietra fiorì dal 1500 al 1000 aC, così come la preoccupazione per le questioni spirituali, come dimostrano i resti di sepoltura che sono stati trovati. Reliquie attribuite ai Dogon si trovano in tutto il centro-nord, nord e nord-est del paese. Hanno lasciato la regione tra il XV e il XVI secolo per vivere sulle scogliere di Bandiagara. Altrove, le restanti alte mura si trovano nel sud-ovest del Burkina (così come in Costa d'Avorio), ma le persone che le hanno costruite devono ancora essere determinate.

Età del regno

Poco è stato trovato dell'era reale in Burkina Faso. Anche così, c'è stato un incidente durante il periodo del regno dei Mossi. Furono gli europei a venire in contatto con i «Mossi» (come si vede in quest'area) e furono loro i primi ad effettuare la colonizzazione. Il resoconto di viaggio di Louis-Gustave Binger (1856-1936) («Du Niger au Golfe de Guinée») descrive il suo viaggio, nel giugno 1888, di Boukary, fratello di Mogho Naba di Ouagadougou. Dove Boukary fece Mogho Naba Wobgho contro i francesi, in modo limitato davanti al loro esercito moderno. Binger descrive un impero che in seguito ebbe una forma feudale.

Periodo coloniale

Nel 1896, il regno Mossi di Ouagadougou divenne un protettorato francese. Nel 1898 fu conquistata la parte principale di quello che oggi è il Burkina. Nel 1904, queste aree si unirono all'Africa orientale francese nella colonia dell'Alto Senegal-Niger. I suoi abitanti parteciparono alla prima guerra mondiale nel battaglione di fanteria senegalese. Il 1 marzo 1919 Edouard Hesling divenne il primo governatore della nuova colonia dell'Alto Volta. La colonia fu smantellata il 5 settembre 1932 e il suo territorio fu diviso tra Costa d'Avorio, Mali e Niger. Il 4 settembre 1947 l'Alto Volta fu ricreato dai suoi confini nel 1932. L'11 dicembre 1958 divenne una repubblica e si unì alla Società franco-africana e ottenne l'indipendenza il 5 agosto 1960.

Geografia

Posizione

Superficie totale: 274.200 km² Densità: 44 persone/km² Confini terrestri: 3.192 km (Mali 1.000 km ; Niger 628 km ; Costa d'Avorio 584 km ; Ghana 548 km ; Benin 306 km ; Togo 126 km)Area di mare: 0 kmAltitudine: + 200 m > + 749 m Il Burkina Faso è composto da 2 facce principali: Gran parte del paese è ricoperta da penepiane che formano un paesaggio ondulato che in alcuni punti è costituito da colline leggermente isolate, resti di massicci pre-cambriani. Il sud-est del paese forma una massiccia arenaria, dove si trova la vetta più alta: Ténakorou (749 m, 2.450 piedi). Il massiccio è delimitato da scogliere a strapiombo alte 150 metri (490 piedi) L'altezza media è di 400 metri (1.300 piedi) e la differenza tra la terra più alta e quella più bassa non supera i 600 metri (2.000 piedi). Il Burkina Faso è un paese relativamente piatto, con le eccezioni