Thich Quang Duc

Article

June 27, 2022

Questo è un nome tributo buddista. Quảng c, è un attributo descrittivo del merito; vedere il nome dharma.Thích Quảng c (inglese: pronuncia: (ascolta) TICH KWONG DUUK; 1897 – 11 giugno 1963, nato Lam Van Tuc) è stato un monaco buddista Mahayana vietnamita che si è bruciato a morte a un bivio a Saigon l'11 giugno , 1963. Quang Duc si oppose alla persecuzione dei buddisti da parte del governo cattolico romano del Vietnam del Sud guidato da Ngô nh Diệm durante la crisi buddista del paese. Dopo la sua morte, il corpo di Quang Duc fu cremato, ma il suo cuore rimase intatto.Questa auto-immolazione fu in seguito considerata un punto di svolta nella crisi buddista e fu determinante per rovesciare Diệm, che fu poi assassinato il 2 novembre 1963. Questa foto di l'incidente, che è valso a Malcolm Browne il Premio Pulitzer, suscitando simpatia per i monaci vietnamiti e chiede il regime di Diệm da tutto il mondo. Un certo numero di altri monaci vietnamiti ha seguito le orme di Quang Duc dandosi fuoco mentre la pressione su di loro cresceva. Questo atto di auto-immolazione è stato imitato da un certo numero di manifestanti della guerra del Vietnam negli Stati Uniti diversi anni dopo.

Biografia

La biografia di Quang Duc è stata registrata dalle informazioni di diverse organizzazioni buddiste. È stato registrato che è nato nel villaggio di Hoi Khanh, distretto di Van Ninh, provincia di Khanh Hoa, Vietnam. Alla nascita era Lâm Văn Túc, uno dei sette figli nati da Lâm Hữu ng e sua moglie, Nguyễn Thị Nương. Quando aveva 7 anni, studiò Buddismo con Hòa thượng Thích Hoằng Thâm, che era suo zio e maestro spirituale. Thích Hoằng Thâm lo ha cresciuto e Lâm Văn Túc ha cambiato il suo nome in Nguyễn Văn Khiết. All'età di 15 anni divenne novizio e divenne monaco all'età di 20 anni con il nome di dharma Thích Quảng c. Dopo essere stato rapito, si recò su una montagna vicino a Ninh Hòa e giurò di vivere una tranquilla vita buddista, imprigionandolo così per tre anni. In seguito sarebbe tornato ad aprire la pagoda di Thien Loc sulle montagne dove si era ritirato.Dopo che il suo periodo di autoisolamento era terminato, ha poi girato il Vietnam centrale per spiegare il dharma. Dopo due anni si ritirò nella pagoda Sac Tu Thien An vicino a Nha Trang. Nel 1932 divenne sovrintendente dell'Associazione buddista a Ninh Hòa prima di diventare sovrintendente dei monaci nella sua residenza nella provincia di Khánh Hòa. Durante questo periodo, nel Vietnam centrale, si occupò della costruzione di 14 templi. Nel 1934 si trasferì e viaggiò nel Vietnam meridionale per diffondere il Buddismo. Durante la sua permanenza nel Vietnam meridionale, trascorse anche due anni in Cambogia studiando le tradizioni del buddismo Theravada. Al suo ritorno dalla Cambogia, ha supervisionato la costruzione di 17 nuovi templi nel sud. L'ultimo dei 31 nuovi templi che costruì fu la pagoda Quan The Am nel distretto di Phu Nhuan di Gia Dinh, alla periferia di Saigon. La strada dove è stato fondato il tempio è ora intitolata a Quang Duc. Dopo che la costruzione del tempio fu completata, c fu nominato capo del rito cerimoniale della congregazione dei monaci vietnamiti e capo della pagoda Phuoc Hoa, che era il sito di partenza della Vietnam Buddhist Learning Association (ABSV) . Quando il centro ABSV si trasferì a Xa Loi Pagoda, la pagoda principale di Saigon, c si ritirò.

Contesto religioso

In un paese in cui all'epoca dal 70 al 90 per cento della popolazione abbracciava il buddismo, secondo i sondaggi religiosi, il presidente Diem era una minoranza cattolica e spesso discriminava, torturava e uccideva buddisti per cattolicizzare il Vietnam. Diệm una volta disse a un ufficiale di alto rango (e dimenticò che l'ufficiale era buddista) di "mettere i tuoi ufficiali cattolici in un posto delicato. Ci si può fidare di loro". Diversi ufficiali delle Forze Armate della Repubblica