Scioglimento dell'Unione Sovietica

Article

August 17, 2022

Quella che segue è la storia dell'Unione Sovietica fino al suo scioglimento nel dicembre 1991.

Emersione di Gorbaciov

Sebbene le riforme nell'Unione Sovietica siano state ostacolate tra il 1969 e il 1982, un passaggio generazionale ha fornito un nuovo slancio per le riforme. Anche i cambiamenti nelle relazioni con gli Stati Uniti possono essere lo stimolo per le riforme. Mentre Jimmy Carter pose fine formalmente alla politica di distensione in seguito all'intervento sovietico in Afghanistan, le tensioni tra est e ovest durante il primo mandato del presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan (1981-1985) aumentarono a nuovi livelli mai visti dalla crisi dei missili cubani del 1962. Dopo anni di stagnazione, iniziarono ad emergere nuovi giovani apparatchik comunisti che la pensavano allo stesso modo. Dopo la morte dell'anziano Konstantin Chernenko, il Politburo ha nominato Mikhail Gorbaciov segretario generale dell'Unione Sovietica nel marzo 1985, segnando l'ascesa di una nuova generazione di leadership. Sotto Gorbaciov, che era relativamente giovane, i tecnocrati riformisti, che avevano iniziato la loro carriera al culmine della "destalinizzazione" sotto Nikita Krusciov (1953-1964), consolidarono immediatamente il potere all'interno del PKUS, fornendo nuovo slancio alla politica liberalizzazione ed economia e incoraggiamento a sviluppare relazioni più calde e scambi commerciali con l'Occidente. Quando Gorbaciov introdusse il processo che avrebbe portato al crollo dell'economia del comando amministrativo sovietico attraverso i suoi programmi: glasnost (apertura politica), perestrojka (ristrutturazione economica) e uskoreniye (sviluppo economico accelerato), l'economia sovietica soffriva di inflazione nascosta e la carenza di forniture che si verifica nel paese, esacerbata dal crescente mercato nero aperto che sta mangiando l'economia ufficiale. Inoltre, i costi dello status di superpotenza - l'esercito, il KGB, i sussidi ai paesi clienti - erano già ampiamente sopravvalutati, superando l'economia sovietica. La nuova ondata di industrializzazione basata sulla tecnologia dell'informazione ha lasciato l'Unione Sovietica alla disperata ricerca della tecnologia e del credito occidentali per superare la sua crescente arretratezza.

Aggiorna

La legge sulle cooperative emanata nel maggio 1988 è stata forse la più radicale di tutte le misure di riforma economica nelle prime fasi dell'era di Gorbaciov. Per la prima volta dai tempi della Nuova politica economica di Vladimir Lenin, la legge consente la proprietà privata di imprese nei settori dei servizi, della produzione e del commercio estero. Sotto questa regola, ristoranti, negozi e produttori cooperativi divennero parte del volto sovietico. Glasnost offre una maggiore libertà di parola. La stampa divenne molto più indipendente e migliaia di prigionieri politici e molti dissidenti furono rilasciati. Mentre l'obiettivo principale di Gorbaciov nel tenere la glasnost era quello di sopprimere i conservatori che si opponevano alle sue politiche di ristrutturazione economica, sperava anche che attraverso l'apertura, il dibattito e la partecipazione, il popolo sovietico avrebbe sostenuto le sue iniziative di riforma. Nel gennaio 1987 Gorbaciov ha chiesto la democratizzazione: l'introduzione di elementi democratici come le elezioni per più candidati nel processo politico sovietico. Nel giugno 1988, alla 19a Conferenza del Partito del PKUS, Gorbaciov lanciò riforme radicali volte a ridurre il controllo del partito sull'apparato di governo. Nel dicembre 1988, il Consiglio Supremo dei Soviet dei Soviet ha approvato la creazione di un Congresso dei Deputati del Popolo che era stato precedentemente designato da emendamenti costituzionali come il nuovo Consiglio legislativo dell'Unione Sovietica. Le elezioni per i membri del Congresso si sono svolte in tutta l'Unione Sovietica nel marzo e nell'aprile 1989. Il 15 marzo 1990 Gorbaciov è stato eletto primo presidente esecutivo dell'Unione Sovietica.

Conseguenze impreviste

Gli sforzi di Gorbaciov per razionalizzare il sistema k