Pandemia di Covid-19 per paese

Article

June 27, 2022

Questo articolo fornisce una panoramica e documenta lo stato dei siti colpiti da SARS-CoV-2, il virus che causa la malattia da coronavirus 2019 (COVID-19) ed è responsabile della pandemia di COVID-19. Il primo caso umano di COVID-19 è stato identificato a Wuhan, in Cina, nel dicembre 2019.

Statistiche

Totale casi e decessi

Dalle 16:22 UTC (23.22 WIB) del 1 novembre 2021, sono stati confermati un totale di 246.889.661 casi in più di 227 paesi e territori, oltre a 26 navi da crociera e marine. Ci sono casi attivi e 5.003.021 morti.

Morti per un milione

Pandemia per regione

Africa

Secondo Michael Yao, capo delle operazioni di emergenza dell'OMS in Africa, la diagnosi precoce è fondamentale poiché il sistema sanitario del continente è "già sopraffatto da molti dei focolai di malattie in corso". Il consigliere ha affermato che una strategia basata sui test potrebbe consentire ai paesi africani di ridurre al minimo i blocchi che pongono grandi difficoltà a coloro che dipendono dal reddito quotidiano per poter nutrire se stessi e le proprie famiglie. Anche nel migliore dei casi, le Nazioni Unite affermano che 74 milioni di kit di test e 30.000 ventilatori saranno necessari per 1,3 miliardi di persone del continente entro il 2020. Il numero di infezioni ha superato il milione entro il 6 agosto, con cinque paesi che ne costituiscono più di 75. % del totale dei casi confermati: Sudafrica, Algeria, Egitto, Ghana e Nigeria. Tuttavia, si ritiene che ci sia molta sottostima in altri paesi africani con sistemi sanitari più poveri e alcuni paesi come la Tanzania non riescono a fornire statistiche utili. Il tasso di mortalità dei casi di COVID-19 nei paesi africani è relativamente basso rispetto all'Europa a causa della giovane età della popolazione I casi sono stati confermati in tutti i paesi africani, con il Lesotho che è stato l'ultimo paese a segnalare il suo primo caso di coronavirus il 13 maggio 2020. Non sono stati segnalati casi segnalati nel territorio britannico d'oltremare a Sant'Elena, Ascensione e Tristan da Cunha.

Antartide

A partire dal 2 luglio, l'Antartide è l'unico continente che non è stato raggiunto dalla pandemia di COVID-19.

Asia

Europa Un piccolo numero di primi casi in Europa è stato segnalato in Francia, Germania e altri paesi. Il 21 febbraio sono stati segnalati focolai importanti in Italia, principalmente nel nord vicino a Milano. I casi sono cresciuti rapidamente man mano che l'epidemia si è diffusa in tutta Europa. Sono stati segnalati casi in tutti i paesi europei quando il Montenegro ha segnalato un caso il 17 marzo, e in quasi tutta l'Europa dopo l'Isola di Man il 19 marzo, nell'area contesa della Transnistria il 21 marzo e le isole terrestri il 22 marzo. Marzo. Nessun caso è stato segnalato nelle isole Svalbard e Jan Meien. L'OMS ha dichiarato l'Europa il nuovo epicentro del virus dopo che la situazione in Cina è migliorata. Il 26 maggio l'Oms ha dichiarato che l'epicentro si è spostato in America.

Nord America

Oceania

Il primo caso confermato si è verificato a Melbourne, Victoria, il 25 gennaio. Molte piccole nazioni insulari del Pacifico hanno finora evitato l'epidemia chiudendo i loro confini internazionali. Al 27 novembre 2021, non sono stati segnalati casi negli stati sovrani di Kiribati, Isole Marshall, Stati federati di Micronesia, Nauru, Palau, Samoa, Isole Salomone, Tonga, Tuvalu e Vanuatu. Nessun caso segnalato nelle Samoa americane (territorio degli Stati Uniti), Isole Cook (stato correlato in Nuova Zelanda), Niue (stato correlato in Nuova Zelanda), Norfolk Island (territorio esterno australiano), Isole Pitcairn (Territori d'oltremare) Gran Bretagna), Tokelau ( un territorio della Nuova Zelanda), e Wallis e Futuna (una collettività francese d'oltremare). Al 16 agosto, in Oceania erano stati segnalati 30.428 casi; le cinque regioni che hanno riportato il maggior numero di casi sono state: Australia (23.288), Hawaii (4,8