Kentucky

Article

August 16, 2022

Il Commonwealth del Kentucky è uno stato degli Stati Uniti situato nella parte meridionale degli Stati Uniti, sebbene geograficamente sia talvolta incluso anche nel Midwest. Nel 1792, il Kentucky divenne il 15° stato ad aderire all'Unione. Il Kentucky è conosciuto come il "Bluegrass State", un soprannome basato sul fatto che l'erba blu si trova in molte praterie in tutto lo stato. Il Kentucky è anche noto per i suoi cavalli purosangue, le corse di cavalli, le distillerie di bourbon, la musica bluegrass e il basket delle scuole superiori.

Etimologia

Nel 1776 la contea della Virginia al di fuori dei monti Appalachi divenne nota agli europei-americani come Kentucky County, dal nome del fiume Kentucky. L'esatta etimologia del nome è incerta, ma è probabilmente basata su un nome irochese che significa "(nel) prato" o "(nel) prato" (cfr Mohawk kenhtà:ke, Seneca gëdá'geh (fonemico /kɛ̃taʔkɛh/ ), "sul campo"). Altri suggeriscono il termine Kenta Aki, che potrebbe essere di origine algonchina e potrebbe essere di origine Shawnee. L'etimologia popolare lo traduce come "Terra del Padre Nostro". L'approssimazione più vicina in un'altra lingua algonchina, Ojibwe, si traduce come "La terra dei nostri suoceri", rendendo così una traduzione inglese più equa "La terra di coloro che divennero nostri padri". Tuttavia, la parola aki significa "terra" nella maggior parte delle lingue algonchine. Alcuni hanno anche teorizzato che il nome Kentucky possa essere una corruzione della parola Catawba, riferendosi al popolo Catawba che abitava nel Kentucky.

Storia

Insediamento dei nativi americani

Non si sa esattamente quando i primi umani arrivarono in quello che oggi è il Kentucky. Sulla base di prove in altre aree, molto probabilmente gli esseri umani vivevano nel Kentucky prima del 10.000 aC, ma "le prove archeologiche della loro occupazione non sono state documentate". Intorno al 1800 aC iniziò una graduale transizione da un'economia di cacciatori-raccoglitori all'agricoltura. Intorno al 900 d.C., la cultura del Mississippi mise radici nel Kentucky occidentale e centrale; invece, Forts of Ancient Culture è apparso nel Kentucky orientale. Sebbene i due abbiano molto in comune, i caratteristici tumuli cerimoniali di terra costruiti nei primi centri non fanno parte della cultura di quest'ultimo. Intorno al X secolo, le varietà di mais autoctone del Kentucky divennero molto produttive, sostituendo il complesso agricolo orientale e sostituendolo con l'agricoltura a base di mais nell'era del Mississippi. Gli esploratori francesi nel XVII secolo documentarono molte delle tribù che vivevano nel Kentucky fino alle guerre dei castori negli anni '70 del Seicento; tuttavia, quando esploratori e coloni coloniali europei iniziarono ad entrare nel Kentucky in numero maggiore a metà del XVIII secolo, non c'erano grandi insediamenti di nativi americani nella regione. Nel XVI secolo, l'area conosciuta come Kentucky ospitava tribù di cinque diversi gruppi culturali: Irochesi, Sioux, Algonchini, Muskogean e Yuchi. Intorno al fiume Bluestone si trova Siouan Tutelo. A nord del fiume Tennessee c'è lo Yuchi ea sud c'è il Cherokee. La maggior parte dell'interno dello stato è controllata da Cisca; l'area in cui il Mississippi e l'Ohio si incontrano ospita il Chickasaw. Durante il periodo noto come Guerra dei Castori, 1640–1680, un'altra tribù algonchina chiamata Maumee, o Mascouten, fu cacciata dal Michigan meridionale. La maggior parte di loro si trasferì nel Kentucky, spingendo Kispoko a est e scoppiò la guerra con Tutelo che li spinse più in profondità negli Appalachi, dove si unirono a Saponi e Moneton. Maumee è strettamente associato alla Miami dell'Indiana. Successivamente, Kispoko si fuse con gli Shawnee (che si staccarono da Powhatan sulla costa orientale) e Thawikila dell'Ohio per formare il più grande stato Shawnee che abitava la valle del fiume Ohio fino al 19° secolo. Seguono anche i Cherokee da sud e gli Shawnee da nord-est