Kalimantan East orientale

Article

June 28, 2022

Il Kalimantan orientale (abbreviato in Kaltim) è una provincia indonesiana sulla punta orientale dell'isola di Kalimantan, al confine con la Malesia, il Kalimantan settentrionale, il Kalimantan centrale, il Kalimantan meridionale, il Kalimantan occidentale e le Sulawesi. La superficie totale del Kalimantan orientale è 127.346,92 km² e una popolazione di 3.793.152 persone (2020). Il Kalimantan orientale è la regione con la quarta densità di popolazione più bassa dell'arcipelago. Il capoluogo di provincia è la città di Samarinda. La provincia del Kalimantan orientale prima di essere divisa in Kalimantan settentrionale era la seconda provincia più grande dell'Indonesia dopo Papua, con una superficie di 194.489 chilometri quadrati che è quasi la stessa dell'isola di Giava o circa il 6,8% della superficie totale di Indonesia.

Storia

L'area del Kalimantan orientale era la maggior parte delle foreste pluviali tropicali. Ci sono diversi regni nel Kalimantan orientale, tra cui il regno di Kutai (induismo), il sultanato di Kutai Kartanegara ing Martadipura, il sultanato di Pasir e il sultanato di Berau. Nei centri di questi regni si sono sviluppate lingue affini che hanno un filo conduttore dalla lingua ancestrale della stessa lingua, ovvero la famiglia linguistica malese.L'area del Kalimantan orientale comprendente Paser, Kutai, Berau e anche Karasikan (Buranun / pre-Sultanato di Sulu) si afferma che sia il territorio conquistato del Maharaja Suryanata, governatore di Majapahit nello Stato di Dipa (che si trova presso il Grande Tempio di Amuntai) fino al 1620 durante il Sultanato di Banjar. Anche prima dell'arrivo dei rinforzi dal Sultanato Demak, il Sultanato di Banjar aveva già esteso la sua influenza a Paser, Kutai e Berau. L'accordo firmato tra Pieter Pietarsz (inviato VOC) e Aji Pangeran Sinum Panji Mendapa ing Martapura, re di Kutai Kartanegara nel 1635, conteneva tra l'altro che il libero scambio era consentito solo tra il regno di Kutai e il popolo Banjar e olandese. L'arrivo del Banjarese ha contribuito ad espandere l'influenza del Sultanato di Kutai sul popolo Dayak all'interno. Da allora, i commercianti di Banjar iniziarono a dominare prima dell'arrivo della migrazione Bugis nel 1638-1654 e della caduta di Makassar agli olandesi nel 1667. Tra il 1620-1624, i paesi del Kalimantan orientale furono dichiarati l'area di influenza del sultano Alauddin del Sultanato di Makassar, prima dell'accordo sugli interessi. Secondo Hikayat Banjar, il sultano di Makassar aveva preso in prestito ("affittato") terra per il commercio nelle regioni orientali e sudorientali del Kalimantan al sultano Mustin Billah di Banjar quando Kiai Martasura fu inviato a Makassar e stipulò un accordo con il sultano Tallo I Mangngadaccinna Daeng I Ba'le' Sultan Mahmud Karaeng Pattingalloang, che divenne mangkubumi e consigliere principale del sultano Muhammad Said, re di Gowa nel 1638-1654 e anche suocero del sultano Hasanuddin che avrebbe reso la regione del Kalimantan orientale un luogo commerciale per il Sultanato di Makassar (Gowa-Tallo). . Tuttavia, in base al Trattato del Sultanato di Banjar con il VOC nel 1635, il VOC aiutò Banjar a restituire i paesi del Kalimantan orientale all'influenza del Sultanato di Banjar. Ciò era incorporato nell'accordo Bungaya, che vietava al Sultanato di Makassar di commerciare a est ea nord del Kalimantan. Secondo il trattato del 1 gennaio 1817, il sultano Sulaiman di Banjar consegnò il Kalimantan orientale, il Kalimantan centrale, parti del Kalimantan occidentale e parti del Kalimantan meridionale (incluso Banjarmasin) alle Indie orientali olandesi. CONTRATTO MET DEN SULTAN VAN BANDJERMASIN 4 maggio 1826. / B 29 settembre 1826 n. Il 10 ottobre, il sultano Adam al-Watsiq Billah di Banjar riaffermò la resa del Kalimantan orientale, del Kalimantan centrale, di parte del Kalimantan occidentale e di parte del Kalimantan meridionale al governo coloniale delle Indie orientali olandesi. La regione del Borneo orientale (ora provincia del Kalimantan orientale e la parte orientale del Kalimantan meridionale) denominata H. Von Dewall. Il Kalimantan orientale fa parte delle Indie orientali olandesi.