Regione speciale della capitale di Giacarta

Article

June 28, 2022

Giacarta (pronuncia indonesiana: [dʒaˈkarta] (ascolta)), o ufficialmente la regione capitale speciale di Giacarta (abbreviata in DKI Jakarta) è la capitale e la città più grande dell'Indonesia. Giacarta è l'unica città dell'Indonesia ad avere uno status di provincia. Giacarta si trova sulla costa nord-occidentale dell'isola di Giava. In passato era conosciuto con diversi nomi tra cui Sunda Kelapa, Jayakarta e Batavia. Jakarta ha anche il soprannome di The Big Durian perché è considerata una città paragonabile a New York City (Grande Mela) in Indonesia.Jakarta ha una superficie di circa 664,01 km² (oceano: 6.977,5 km²), con una popolazione di 10.562.088 persone ( 2020). L'area metropolitana di Giacarta (Jabodetabek) ha una popolazione di circa 28 milioni di persone. In quanto centro degli affari, della politica e della cultura, Giacarta ospita le sedi di imprese statali, società private e società straniere. La città è anche sede delle istituzioni governative e dell'ufficio di segreteria dell'ASEAN. Giacarta è servita da due aeroporti, vale a dire l'aeroporto di Soekarno-Hatta e l'aeroporto di Halim Perdanakusuma, oltre a tre porti marittimi a Tanjung Priok, Sunda Kelapa e Ancol.

Etimologia

Il nome Jakarta ha cambiato nome più volte. Sunda Kelapa (397–1527) Jayakarta (1527–1619) Batavia (1619–1942) Giacarta (1942-oggi) DKI Jakarta (1998-oggi) Il nome Jakarta è stato utilizzato dall'occupazione giapponese nel 1942, per riferirsi all'ex area di Gemeente Batavia, inaugurata dal governo delle Indie orientali olandesi nel 1905. Il nome "Jakarta" è un'abbreviazione del parola Jayakarta (scrittura dewanagari: ), ovvero il nome dalla lingua sanscrita dato dal popolo di Demak e Cirebon sotto la guida di Fatahillah (Faletehan) dopo che i portoghesi attaccarono e riuscirono ad occupare il porto di Sunda Kelapa il 22 giugno 1527. Il nome si traduce come "città della vittoria" o "città della gloria". Tuttavia, in realtà significa "vittoria ottenuta con un atto o uno sforzo" perché deriva da due parole sanscrite e cioè Jaya (जय) che significa "vittoria" e Karta (कृत) che significa "ottenuto". Un'altra forma di ortografia del nome di questa città è stata a lungo utilizzata. Lo storico portoghese, João de Barros, nei suoi Décadas da sia (1553) menziona l'esistenza di "Xacatara sotto un altro nome Caravam (Karawang)". Un documento (carta) di Banten (c. 1600) letto dall'epigrafista Van der Tuuk ha menzionato anche il termine wong Jacketra, così come il nome Jacketra è menzionato anche nelle lettere del Sultano di Banten e Sajarah Banten (pupuh 45 e 47) come studiato da Hoessein Djajadiningrat. Il rapporto di Cornelis de Houtman del 1596 si riferiva al principe Wijayakrama come koning van Jacatra (re di Giacarta).

Storia

Vedi anche: Sunda Kelapa, Regno di Sunda e Storia di Batavia

Sunda Kelapa (397–1527)

Giacarta fu inizialmente conosciuta come uno dei porti del regno della Sonda chiamato Sunda Kalapa (scrittura sundanese: ), situato alla foce del fiume Ciliwung. La capitale del Regno della Sonda conosciuta come Dayeuh Pakuan Padjadjaran o Pajajaran (ora Bogor) può essere raggiunta dal porto di Sunda Kalapa per un viaggio di due giorni. Secondo fonti portoghesi, Sunda Kalapa era uno dei porti di proprietà del Regno della Sonda oltre ai porti di Banten, Pontang, Cigede, Tamgara e Cimanuk. Sunda Kalapa che in questo testo è chiamato Kalapa è considerato il porto più importante perché può essere raggiunto dalla capitale reale chiamata Dayo (in sundanese moderno: dayeuh che significa "capitale") in due giorni. Lo stesso Regno della Sonda è una continuazione del Regno di Tarumanagara nel V secolo, quindi si stima che questo porto esistesse dal V secolo e si stima che sia la capitale di Tarumanagara chiamata Sundapura (sanscrito che significa "Città della Sonda"). nel 12° secolo, questo porto è conosciuto come il porto trafficato del pepe. Navi straniere dalla Cina