Indie orientali olandesi

Article

August 16, 2022

Le Indie orientali olandesi o Indie orientali olandesi (olandese: Nederlands(ch)-Indië) erano un territorio occupato olandese il cui territorio è ora noto come Repubblica di Indonesia. Le Indie orientali olandesi si sono formate a seguito della nazionalizzazione delle colonie di Vereenigde Oostindische Compagnie (VOC), che passarono sotto il dominio olandese nel 1800. Durante il XIX secolo, le colonie e l'egemonia olandesi si espansero, raggiungendo la loro maggiore estensione territoriale all'inizio del XX secolo. Le Indie orientali olandesi erano una delle colonie europee più preziose sotto l'Impero olandese e hanno contribuito all'importanza globale degli olandesi nel commercio delle spezie e dei prodotti agricoli tra il XIX e l'inizio del XX secolo. L'ordine sociale coloniale era basato su una rigida struttura razziale e sociale con le élite olandesi che vivevano separatamente ma in contatto con la popolazione indigena che colonizzavano. Il termine "Indonesia" iniziò ad essere usato per una posizione geografica dopo il 1880. All'inizio del XX secolo, gli intellettuali locali iniziarono a sviluppare il concetto di Indonesia come stato e nazione e posero le basi per il movimento per l'indipendenza. La seconda guerra mondiale ha indebolito la maggior parte degli stati coloniali ed economici olandesi. Dopo la resa del Giappone nell'agosto 1945, i nazionalisti indonesiani dichiararono l'indipendenza per la quale avevano combattuto durante la Rivoluzione nazionale indonesiana che ebbe luogo nei mesi successivi. I Paesi Bassi riconobbero formalmente la sovranità indonesiana alla Conferenza della Tavola Rotonda del 1949 e cedettero tutte le sue ex colonie, ad eccezione di Papua (Nuova Guinea olandese), che fu consegnata all'Indonesia 14 anni dopo, nel 1963, secondo i termini dell'Accordo di New York presso la sede delle Nazioni Unite.

Etimologia

La parola Indie deriva dal latino: Indus. Il nome originale Dutch Indies (olandese: Nederlandsch-Indië) è tradotto dall'inglese come "Dutch East Indies", per distinguerlo dalle Indie occidentali olandesi. Il nome "Indie olandesi" è stato registrato nel documento Vereenigde Oostindische Compagnie (VOC) nei primi anni del 1620. Gli storici che scrivono in inglese usano i termini Indië, Indie, Indie orientali olandesi, Indie orientali olandesi e Indonesia coloniale in modo intercambiabile.

Storia

Potenza VOC

Secoli prima dell'arrivo degli europei, l'arcipelago indonesiano era abitato da varie entità, inclusi regni commerciali costieri orientati al commercio e regni agrari interni (i più importanti dei quali erano Srivijaya e Majapahit). I primi europei ad arrivare furono i portoghesi nel 1512. Dopo aver subito interruzioni nell'accesso alle spezie in Europa, gli olandesi fecero la loro prima spedizione di spedizione nelle Indie orientali nel 1595 per ottenere spezie direttamente dall'Asia. Quando realizzarono un profitto fino al 400%, presto seguì un'altra spedizione olandese. Comprendendo il potenziale commerciale delle Indie Orientali, il governo olandese unì le compagnie concorrenti nella Compagnia Olandese delle Indie Orientali (Vereenigde Oost-Indische Compagnie o VOC), che ricevette il privilegio di combattere, costruire forti e concludere trattati in tutta l'Asia. La capitale fu fondata a Batavia (oggi Giacarta), che divenne il centro della rete commerciale VOC in Asia. Per i loro monopoli autoctoni come noce moscata, paprika, chiodi di garofano e cannella, la VOC e in seguito il governo coloniale introdussero colture straniere ai non autoctoni come caffè, tè, cacao, tabacco, gomma, zucchero e oppio, e salvaguardarono i loro interessi commerciali da presa in consegna del territorio dintorni. Il contrabbando, i costi di guerra, la corruzione e la continua cattiva gestione portarono alla bancarotta alla fine del XVIII secolo. Il VOC è stato ufficialmente sciolto nel 1800 e i suoi possedimenti nell'arcipelago indonesiano (compresa la maggior parte di Giava, parti di Sumatra, la maggior parte delle Molucche e aree portuali interne come Makassar, Mana