Decreto del Presidente 5 luglio 1959

Article

June 27, 2022

Il decreto presidenziale numero 150 del 1959 relativo al ritorno alla Costituzione del 1945, o meglio noto come decreto presidenziale del 5 luglio 1959, era un decreto (giuridicamente un decreto presidenziale) emesso dal primo presidente dell'Indonesia, Soekarno, il 5 luglio 1959. Contenuto di il decreto Si tratta dello scioglimento dell'Organo Costituente a seguito delle Elezioni Generali del 1955 e della sostituzione della costituzione dalla Costituzione Provvisoria del 1950 alla Costituzione del '45. Sfondo Il DPR del 1959 era motivato dalla mancata emanazione da parte dell'Organo Costituente di una nuova Costituzione in sostituzione della Costituzione del 1950. I membri dell'Assemblea Costituente iniziarono a convocarsi il 10 novembre 1956, ma di fatto fino al 1958 non erano riusciti a formulare l'atteso Costituzione. Intanto, nell'opinione pubblica, si fanno più forti le opinioni per tornare alla Costituzione del 1945. In risposta a ciò, il Presidente Ir. Soekarno ha quindi consegnato un messaggio davanti all'Assemblea Costituente il 22 aprile 1959 che conteneva una raccomandazione per tornare alla Costituzione del 1945. Il 30 maggio 1959 l'Assemblea Costituente votò. Il risultato fu di 269 voti a favore della Costituzione del 1945 e 199 voti contrari. Anche se c'erano più persone che erano d'accordo, questa votazione doveva essere ripetuta perché il numero dei voti non raggiungeva il quorum. Il quorum è il numero minimo di membri che devono essere presenti a riunioni, assemblee, ecc. (di solito più della metà del numero totale dei membri) per poter adottare una decisione. La votazione si tenne di nuovo il 1 e 2 giugno 1959. Da questo voto anche l'Assemblea Costituente non riuscì a raggiungere il quorum. Per ridurre gli ingorghi, il 3 giugno 1959 l'Assemblea Costituente tenne una pausa (periodo di sospensione della sessione parlamentare; periodo di riposo dalle attività di convocazione) che poi si rivelò per sempre. Per evitare che accadano cose indesiderate, il capo di stato maggiore dell'esercito (KSAD) tenente generale A.H. Nasution, per conto del Governo/Autorità Centrale per la Guerra (Peperpu), ha emanato il regolamento n. Prt/Peperpu/040/1959 che vieta le attività politiche. Il 16 giugno 1959, il presidente generale del PNI Suwirjo inviò una lettera al presidente per decretare la rievocazione della Costituzione del 1945 e sciogliere l'Assemblea costituente.

Emanazione DPR 1959

Il fallimento dell'assemblea costituente nell'adempimento dei suoi doveri e una serie di eventi politici e di sicurezza che hanno scosso l'unità e l'integrità della nazione hanno raggiunto il culmine nel giugno 1959. Infine, per il bene della sicurezza dello stato, basato sullo staatsnoodrecht (legge del pericolo per lo stato) domenica 5 luglio 1959 alle 17.00, il presidente Soekarno ha emesso un decreto annunciato in una cerimonia ufficiale al Palazzo Merdeka. Di seguito il testo del DPR (ortografia secondo l'originale): DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DELL'INDONESIA / COMANDAMENTO SUPERIORE DELL'ESERCITO SU RITORNO ALLA LEGGE FONDAMENTALE 1945 Per grazia di Dio Onnipotente, SIAMO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DELL'INDONESIA / COMANDAMENTO SUPERIORE DELL'ESERCITO Dichiara con chidmat: Considerando che la raccomandazione del Presidente e del Governo di tornare alla Costituzione del 1945, trasmessa a tutto il popolo indonesiano con il mandato del Presidente il 22 aprile 1959, non ha ottenuto una decisione dell'Assemblea Costituente come previsto dalla Costituzione provvisoria; Mentre in connessione con la dichiarazione della maggior parte dei membri dell'Assemblea costituzionale, essi non partecipano più alla sessione. Non è più possibile per l'Assemblea Costituente portare a termine i compiti che le sono affidati dal popolo; Che una cosa del genere crei condizioni costituzionali che mettono a repentaglio l'unità e la sicurezza dello Stato, Nusa e della Nazione, nonché ostacolano lo sviluppo universale al fine di realizzare una società giusta e prospera; Considerando che con il sostegno della maggioranza del popolo indonesiano e spinti dalle nostre stesse convinzioni, siamo costretti a prendere l'unico modo per salvare lo Stato della Proclamazione; Che crediamo che la Carta di Djakarta del 22 giugno 1945 sia l'anima della Costituzione del 1945 e sia un