inglese

Article

August 16, 2022

L'inglese è una lingua germanica parlata per la prima volta in Inghilterra nell'Alto Medioevo ed è oggi la lingua più parlata in tutto il mondo. L'inglese è parlato come prima lingua dalla maggioranza della popolazione in molti paesi, tra cui Regno Unito, Irlanda, Stati Uniti, Canada, Australia, Nuova Zelanda e un certo numero di paesi caraibici; oltre ad essere la lingua ufficiale di quasi 60 paesi sovrani. L'inglese è la terza lingua madre più parlata al mondo, dopo il mandarino e lo spagnolo. L'inglese è anche usato come seconda lingua ufficiale dall'Unione Europea, dal Commonwealth delle Nazioni e dalle Nazioni Unite, così come da varie altre organizzazioni. L'inglese si sviluppò per la prima volta nel Regno anglosassone d'Inghilterra e nell'area che ora forma la Scozia sudorientale. Dopo la diffusione dell'influenza britannica nei secoli XVII e XX attraverso l'Impero britannico, l'inglese si diffuse in tutto il mondo. Inoltre, l'uso diffuso dell'inglese è dovuto anche alla diffusione della cultura e della tecnologia americana che hanno dominato per tutto il XX secolo. Queste cose hanno portato l'inglese oggi ad essere la lingua principale e ufficiosamente (de facto) considerata una lingua franca in molte parti del mondo.Storicamente, l'inglese ha avuto origine dalla fusione di vari dialetti correlati, che ora sono noti collettivamente come Old England, portata sulla costa orientale dell'isola di Britannia da coloni germanici (anglosassoni) nel V secolo; la parola inglese' deriva dal nome Angles. Gli stessi anglosassoni provenivano dalla regione di Angeln (attualmente Schleswig-Holstein, Germania). L'inglese antico fu anche influenzato dall'antico norreno dopo che i Vichinghi conquistarono l'Inghilterra nel IX e X secolo. La conquista normanna dell'Inghilterra nell'XI secolo portò anche l'inglese ad essere influenzato dal francese normanno e il vocabolario e l'ortografia inglesi iniziarono a essere influenzati dal latino romano (sebbene l'inglese stesso non sia una lingua romanza), che divenne noto come inglese. Il cambio di vocale iniziato nel sud dell'Inghilterra nel XV secolo è uno degli eventi storici che ha segnato il passaggio dall'inglese medio all'inglese moderno. Oltre agli anglosassoni e al francese normanno, un gran numero di parole in inglese ha anche radici latine, perché il latino era la lingua franca della Chiesa cristiana e la lingua principale degli intellettuali europei, ed è diventato la base del vocabolario per l'inglese moderno. Avendo sperimentato un mix diversificato di parole di varie lingue nel corso della storia, l'inglese moderno ha un vocabolario molto ampio, con ortografie complesse e irregolari, in particolare le vocali. L'inglese moderno non è solo una miscela di lingue europee, ma anche di varie lingue di tutto il mondo. L'Oxford English Dictionary elenca più di 250.000 parole diverse, escludendo il vasto numero di termini tecnici, scientifici e gergali.

Classificazione

L'inglese è una lingua indoeuropea che appartiene al ramo germanico occidentale del sottogruppo germanico. L'inglese antico proviene da una regione di dialetto e cultura continui lungo la costa del Mare del Nord della Frisia. La varietà linguistica in questa regione si sviluppò gradualmente nelle lingue angliche delle isole britanniche e nelle lingue del frisone e dell'Alta Germania/Alta Sassonia nell'Europa continentale. I frisoni sono i parenti più stretti dell'inglese e di altre lingue angliche; tutte queste lingue appartengono al sottogruppo anglo-frisone. Anche la varietà linguistica del tedesco superiore/sassone a monte è strettamente correlata a questo sottogruppo; a volte l'inglese, il frisone e il tedesco superiore sono classificati nel sottogruppo Ingvaeonic (Sea German)