Organismo di ricerca sugli sforzi di preparazione all'indipendenza

Article

June 28, 2022

Agenzia investigativa per gli sforzi preparatori per l'indipendenza (giapponese: , Hepburn: Dokuritsu Junbi Chōsa-kai, Nihon-shiki: Dokuritu Zyunbi Tyoosa-kai, abbreviato "BPUPK"), meglio conosciuta come Agenzia investigativa per gli sforzi preparatori per l'indipendenza dell'Indonesia (abbreviato " BPUPKI"), è un'agenzia formata dal governo di occupazione dell'esercito giapponese a Java. Il governo militare giapponese, rappresentato dai comandi della 16a e 25a armata, approvò l'istituzione dell'Agenzia di ricerca preparatoria per l'indipendenza indonesiana il 1 marzo 1945. Perché questi due comandi erano responsabili di Java (inclusa Madura) e Sumatra. La BPUPK fu costituita solo per le due regioni, mentre nel Kalimantan e nell'Indonesia orientale, che erano controllate dal comando della Marina giapponese, non fu costituita alcuna agenzia simile.L'aprile 1945 coincise con il compleanno dell'imperatore Hirohito. Questa agenzia è stata costituita nel tentativo di ottenere il sostegno del popolo indonesiano promettendo che il Giappone avrebbe aiutato il processo di indipendenza dell'Indonesia. BPUPK è composto da 67 persone presiedute dal Dr. Kanjeng Raden Tumenggung (KRT) Radjiman Wedyodiningrat con il vicepresidente Ichibangase Yoshio (giapponese) e Raden Pandji Soeroso. Oltre ai membri della BPUPK, è stato formato un Organo Amministrativo (una specie di segretariato) con 60 membri. Questo organo amministrativo è guidato da Raden Pandji Soeroso con Mr. Abdoel Gafar Pringgodigdo e Masuda Toyohiko (giapponese). Il compito della stessa BPUPK è studiare e indagare su questioni relative ad aspetti della politica, dell'economia, della governance e delle questioni necessarie nello sforzo di stabilire uno stato indonesiano indipendente. Il 7 agosto 1945, il Giappone sciolse il BPUPK e poi formò il Comitato preparatorio per l'indipendenza indonesiana (PPKI) o (giapponese: Dokuritsu Junbi Iinkai), con 21 membri, nel tentativo di riflettere la rappresentanza dei vari gruppi etnici nelle Indie -Paesi Bassi, composto da: 12 persone di Giava, 3 persone di Sumatra, 2 persone di Sulawesi, 1 persona di Kalimantan, 1 persona di Sunda Minor (Nusa Tenggara), 1 persona di Maluku, 1 persona di etnia cinese.

Nome

Il nome ufficiale dell'agenzia in indonesiano è "Agenzia per le indagini sugli sforzi per prepararsi all'indipendenza", ma il nome più comunemente usato è "Badan Investigating Efforts for Independence". In molte fonti storiche indonesiane, questa agenzia è spesso chiamata "Badan Investigating Efforts to Prepare for Indonesian Independence" o "BPUPKI", ma in realtà il nome originale di questa istituzione non include "Indonesia". Il motivo era che questo corpo era formato dal comando della 16a armata giapponese che aveva autorità solo a Giava. Il comando della 25a armata giapponese, che aveva autorità a Sumatra, autorizzò l'istituzione del BPUPK per Sumatra solo il 25 luglio 1945. Nel frattempo, le aree del Kalimantan e dell'Indonesia orientale erano sotto l'autorità del kaigun giapponese (Marina) e lo fecero non consentire l'istituzione di istituzioni preparatorie all'indipendenza.

Storia

Sfondo Alla fine della guerra del Pacifico, la sconfitta del Giappone divenne chiara. Il 7 settembre 1944, il primo ministro del Giappone, il generale Kuniaki Koiso, annunciò che un giorno l'Indonesia sarebbe stata liberata, dopo che la vittoria finale era stata ottenuta nella guerra che il Giappone chiamò la "guerra dell'Asia orientale". In questo modo, i giapponesi speravano che le truppe alleate fossero accolte dal popolo indonesiano come invasori del loro paese, così che il 1 marzo 1945 la guida del governo di occupazione militare giapponese a Java, il generale Kumakichi Harada, annunciò l'istituzione di un'agenzia speciale incaricata di indagare sugli sforzi per prepararsi all'indipendenza dell'Indonesia, chiamata "Agenzia investigativa per il lavoro preparatorio per l'indipendenza dell'Indonesia" (BPUPK). Formazione anche di BPUPK