Alan Turing

Article

June 28, 2022

Alan Mathison Turing (23 giugno 1912-7 giugno 1954) a Maide Vale, Londra, Inghilterra, era un matematico e ricercatore di computer, nonché un eroe di guerra britannico. Fu uno dei primi ricercatori di computer digitali moderni. Inoltre è stato il primo a pensare di utilizzare i computer per vari scopi. Ha detto che i computer possono eseguire vari programmi. Ha anche dato l'idea di una macchina di Turing, una macchina in grado di eseguire una serie di comandi. Turing ha anche coniato il test di Turing. Il suo nome è immortalato nel nome del Premio Turing. Nel 1936 continuò i suoi studi all'Università di Princeton negli Stati Uniti e poi tornò in Inghilterra nel 1938. Lì iniziò a lavorare in segreto come part-time per il British Department of Cryptoanalysis, Government Code e la Cypher School. Allo scoppio della seconda guerra mondiale, accettò un lavoro a tempo pieno presso il suo quartier generale, Bletchley Park. Qui ha svolto un ruolo chiave nella decifrazione dei messaggi crittografati dalla macchina enigma tedesca, che ha fornito informazioni vitali agli alleati. Ha guidato una squadra che ha progettato una macchina nota come la bomba che decodifica i messaggi tedeschi. Da quel momento in poi divenne una figura ben nota e alquanto eccentrica a Bletchley. Dopo la fine della seconda guerra mondiale, cambiò idea per sviluppare macchine in grado di elaborare logicamente le informazioni. Ha lavorato prima per il National Physical Laboratory (1945-1948). Il suo piano è stato respinto dai suoi colleghi e il laboratorio proposto per il progetto ha perso per essere il primo a progettare un computer digitale. Nel 1949 andò all'Università di Manchester dove guidò un laboratorio computazionale e sviluppò una macchina che contribuì a gettare le basi del campo dell'intelligenza artificiale. Nel 1951 fu eletto membro della Royal Society.

Legge di Alan Turing

Nel 1952 Turing fu arrestato e processato per il reato di omosessualità. Per evitare la prigione, ha ricevuto un anno di iniezioni di estrogeni, che avevano lo scopo di neutralizzare la sua libido. A quei tempi, gli omosessuali erano considerati un rischio per la sicurezza perché erano aperti al ricatto. Il nulla osta di sicurezza di Turing è stato ritirato, il che significa che non poteva più lavorare per GCHQ, il successore del dopoguerra a Bletchley Park. Questo lo portò a suicidarsi il 7 giugno 1954.

Lettura avanzata

Articoli

Turing, Alan (1950). "MACCHINE INFORMATICHE E INTELLIGENZA" (PDF). Mente 49: 433-460. Copeland, B. Jack (a cura di). "La mente e la macchina informatica: Alan Turing e altri". Il diario di Rutherford. Copeland, B. Jack (a cura di). "Alan Turing: padre del computer moderno". Il diario di Rutherford. Hodges, Andrew (27 agosto 2007). "Alan Turing". In Edward N. Zalta (a cura di). Stanford Encyclopedia of Philosophy (inverno 2009 ed.). Università di Stanford. Estratto il 10 gennaio 2011 . Manutenzione CS1: testo aggiuntivo: elenco degli editori ( collegamento ) Hodges, Andrew (2004). "Turing, Alan Mathison". Oxford Dictionary of National Biography (ed. in linea). La stampa dell'università di Oxford. doi:10.1093/ref:odnb/36578. È richiesto l'abbonamento o l'abbonamento alla Biblioteca pubblica del Regno Unito Gray, Paul (29 marzo 1999). "Informatico: Alan Turing". volta. Archiviato dall'originale il 19-01-2011. Estratto il 19-03-2018. Archiviato il 19-01-2011 in Internet Archive.

Libri

Copeland, B. Jack; Bowen, Jonathan P.; Wilson, Robin; Sprevak, Mark (2017). La guida di Turing. La stampa dell'università di Oxford. ISBN 978-0198747833. Hodges, Andrew (2014). Alan Turing: L'enigma. Stampa dell'Università di Princeton. ISBN 978-0691164724. (pubblicato originariamente nel 1983); base del film Il gioco dell'imitazione Dyson, George (2012). Cattedrale di Turing: Le origini dell'universo digitale. Vintage ▾. ISBN 978-1400075997. Gleick, James (2011). L'informazione: una storia, una teoria, un diluvio. New York: Pantheon. ISBN 978-0-375-42372-7.