Alqosham

Article

August 16, 2022

al-ʿAwashim (arabo: العواصم‎, al-ʿAwāṣim, "difesa, fortificazione"; singolare: al-ʿāṣimah, "protezione") è un termine arabo usato per riferirsi al lato musulmano della zona di frontiera tra l'Impero bizantino e il Califfato omayyade e Abbasidi in Cilicia, Siria settentrionale e Alta Mesopotamia. Fu fondato all'inizio dell'VIII secolo, quando il primo flusso di conquiste musulmane si fermò, e durò fino alla metà del X secolo, quando fu usurpato dall'avanzata bizantina. Consisteva nella marcia in avanti, che consisteva in una rete di forze fortificate, nota come al-tsughūr (arabo: الثغور‎; singolare الثغر, al-tsagr, "apertura"), e la regione interna della zona del fronte, nota come preparazione al-ʿawāṣim. Da parte bizantina, le marce musulmane erano rispecchiate dalle agenzie distrettuali kleisourai e dalle guardie di frontiera akritai. Il termine thughūr fu usato anche nelle marce di al-Andalus e Mawara al-Nahr, e rimase nei documenti storici, fino a quando non fu riconfermato dai mamelucchi egizi nel XIV secolo, quando l'area tradizionalmente composta da 'ʿawāṣim e thughūr nel nord della Siria e nel nord della regione dell'Eufrate era sotto il loro controllo.

Riferimento

Fonte

Canard, M. (1960). "al-ʿAwāṣim". In Gibb, HAR; Kramers, JH; Lévi-Provenzale, E.; Schacht, J.; Lewis, B.; Pellat, cap. L'Enciclopedia dell'Islam, Nuova edizione, Volume I: A–B. Leiden: EJ Brill. p. 761–762. ISBN 90-04-08114-3. El Cheikh, Nadia Maria (2004). Bisanzio vista dagli arabi. Cambridge, Massachusetts: Centro di Harvard per gli studi sul Medio Oriente. ISBN 0-932885-30-6. Har-El, Shai (1995). Lotta per il dominio in Medio Oriente: la guerra ottomano-mamelucca, 1485–91. BRILLO. ISBN 978-90-04-10180-7. Honigmann, E. (1935). Byzance et les Arabes, Tomo III: Die Ostgrenze des Byzantinischen Reiches von 363 bis 1071 nach griechischen, arabischen, syrischen und armenischen Quellen (in tedesco). Bruxelles: ditions de l'Institut de Philologie et d'Histoire Orientales. Manutenzione CS1: lingua sconosciuta (link) Honigmann, E. (1987) [1927]. "AL-THUGH®R". In Houtsma, Martijn Theodoor. EJ La prima enciclopedia dell'Islam di Brill, 1913–1936, volume VIII: a'if–Zūrkhana. Leiden: BRILL. p. 738–739. ISBN 90-04-08265-4. Kaegi, Walter Emil (1995). Bisanzio e le prime conquiste islamiche. Cambridge: Cambridge University Press. ISBN 978-0-521-48455-8. Kazhdan, Alexander (1991). L'Oxford Dictionary of Bisanzio. Londra e New York: Oxford University Press. ISBN 978-0-19-504652-6. Kennedy, Ugo (2001). Gli eserciti dei califfi: militari e società nel primo Stato islamico. Routledge. ISBN 978-0-203-45853-2. Streck, Massimiliano (1987) [1927]. "AL-ʿAWĀṢIM". In Houtsma, Martijn Theodoor. EJ La prima enciclopedia dell'Islam di Brill, 1913–1936, volume I: A–Bābā Beg. Leiden: BRILL. p. 515–516. ISBN 90-04-08265-4. Toynbee, Arnold (1973). Costantino Porfirogenito e il suo mondo. La stampa dell'università di Oxford. ISBN 0-19-215253-X. Vasiliev, A.A. (1935). Byzance et les Arabes, Tomo I: La Dynastie d'Amorium (820–867) (in francese). Bruxelles: ditions de l'Institut de Philologie et d'Histoire Orientales. Manutenzione CS1: lingua sconosciuta (link) Wheatley, Paul (2000). I luoghi in cui gli uomini pregano insieme: città in terre islamiche, dal settimo al decimo secolo. Stampa dell'Università di Chicago. ISBN 978-0-226-89428-7. Whittow, Marco (1996). La realizzazione di Bisanzio, 600–1025. Berkeley: University of California Press. ISBN 978-0-520-20496-6.

Lettura aggiuntiva

Bonner, Michael (1994). "La denominazione della frontiera: 'Awāṣim, Thughūr e i geografi arabi". Bollettino della Scuola di Studi Orientali e Africani. Cambridge University Press. 57:17–24. doi:10.1017/S0041977X0002807X. Bonner, Michael (1996). Violenza aristocratica e guerra santa: studi sulla Jihad e la frontiera arabo-bizantina. Nuovo Ha