Re Stefano V d'Ungheria

Article

August 16, 2022

Stefano V (18 ottobre 1239 - 6 agosto 1272), re d'Ungheria tra il 1270 e il 1272, IV. Il figlio primogenito del re Bela e della regina Maria di Laszkaris. Dal 1246 al 1257 fu principe slavo, poi principe di Transilvania (dux Transsilvanus), e dal 1258 al 1260 principe di Stiria (dux Stiriae). Dal 1260 ancora il Principe di Transilvania, alla fine del 1262 assumendo il titolo di "junior royal" (iuinior rex), il sovrano de facto indipendente della parte orientale del paese, difese con successo questo titolo contro suo padre. Dal 1270 fino alla sua morte fu re di tutta l'Ungheria (totius Hungariae). Appare controverso nella storiografia ungherese, da un lato come un ragazzo ingrato, violento e assetato di potere, e dall'altro come un valoroso soldato e un eccellente signore della guerra, o un eccellente organizzatore e sovrano di talento.

Vita

ARCO. Come l'ottavo figlio di Béla e Mary Laszkarisz, nacque nel 1239 come primogenito, divenne l'erede legale al trono. Sopravvisse all'invasione dei tartari con i suoi genitori e le sue sorelle in Dalmazia. Nel 1242 Herbord, membro della corte reale, del genere Osl I, custodiva e proteggeva il neonato principe dai tartari quando era tenuto nel castello di Klissa, suo padre lo aveva già incoronato da bambino. Già da bambina, in nome di un'alleanza con i Kun, la figlia del principe Kun Sejhan, che era tornato nel paese, si era sposata con lui, di nome Elizabeth. Il loro matrimonio ha poi dato alla luce cinque ragazze e due figli. Già nel 1246 è citato come re incoronato e principe di Slavonia.

Dalla sua prima incoronazione all'ingresso del titolo reale più giovane

ARCO. La carta di Béla, emessa il 10 gennaio 1246, contiene un riferimento alla prima incoronazione di suo figlio, Stefano, e non abbiamo motivo di dubitare che l'incoronazione sia stata fatta per volontà del re per assicurarsi il diritto di ereditare l'unico figlio. Il principe ricevette anche la Slavonia in quel tempo, o prima, secondo la tradizione, perché lo statuto chiama già il minore Stefano "principe di tutta la Slavonia". La Slavonia era ancora governata da suo marito Anna, Rostyislav - il 2 giugno 1247, da sua sorella Anna, che in seguito prese il pieno controllo della regione balcanica in via di riorganizzazione. Il padre, già adulto, fu nominato capo della Transilvania nel 1257, ma l'anno successivo governò la parte meridionale della Stiria, nuova provincia al confine con la Slavonia. Dopo la pace di Bratislava, nel 1258 scoppiò una rivolta nella Stiria meridionale, che apparteneva all'Ungheria. L'insurrezione stiriana IV. Béla lo sconfisse e pose suo figlio, István, a capo della provincia come principe di Stiria. Ha collegato le contee di Zala e Vas, così come il distretto forestale Bakony al ducato. Alla fine del 1259, gli Stiri si ribellarono di nuovo, e II. Ottokár fu sostenuto dal re ceco, solo Pettau e alcuni castelli più piccoli rimasero nelle mani degli ungheresi. Il 12 luglio 1260, la battaglia di Kroissenbrunn in Moravia pose fine al dominio ungherese sulla Stiria, IV. Béla concluse una tregua a Bratislava alla fine dell'estate II. Con Ottokar. È probabile che la battaglia di Kroissenbrunn e gli eventi successivi siano IV. Hanno anche portato al deterioramento del rapporto tra Béla e suo figlio István. Dopo i primi successi della battaglia di István IV. Béla finì con una sconfitta a causa della sua cattiva gestione. István, il capo dell'avanzata, fu ferito nella battaglia, si trovava in una situazione difficile a causa dell'esercito principale in ritardo, non sapevano nulla del destino del principe nel campo ungherese per molto tempo. Nella Pace di Vienna del 31 marzo 1261, IV. Béla si è dimesso dalla Stiria. Dopo la sconfitta dei campi moravi IV. Béla mise a capo della Slavonia il principe Béla, ancora minore, e rimandò in Transilvania il principe István, che dimostrò la sua attitudine militare, ma István era ancora pronto a collaborare con suo padre. Nel 1261 i