venerdì

Article

August 11, 2022

Il venerdì è il quinto giorno della settimana se si considera che la settimana inizia di lunedì e il sesto se si considera che la settimana inizia di domenica. La parola venerdì deriva dal latino Veneris dies, che significa "giorno di Venere", il nome di Venere al genitivo latino essendo Veneris,. Gli altri giorni della settimana sono lunedì, martedì, mercoledì, giovedì, sabato e domenica. Lo standard ISO 8601 codifica quindi il venerdì con il numero 5. Alcuni paesi del romanismo usano un composto basato sull'ordine delle parole inverso diem Veneris, attestato anche in antico francese e antico vallone nella forma divendres. L'occitano conserva la forma divendres (anche altre forme dialettali, oltre alla forma generale, vivaro-alpin lo vèndres, provenzale vendres), catalano divendres (spagnolo viernes). Il portoghese si distingue davvero dalle altre lingue romanze per l'uso di una particolare espressione sexta-feira. Breton usa anche il riferimento a Venere, perché venerdì si traduce in digwener o gwener. Lo stesso vale per il gallese dydd Gwener, un'altra lingua celtica. Nei paesi di lingua germanica è il giorno della dea Freyja, Frigg, Frîja, Frea (vrijdag in olandese, Freitag in tedesco, Friday in inglese, ecc.), che è in qualche modo l'equivalente della dea Venere.

Nella liturgia

Il venerdì è un giorno speciale per molte religioni. Il venerdì è il giorno di preparazione dello Shabbat per gli ebrei. I cristiani dedicano questa giornata alla penitenza e alla preghiera, in memoria della Passione di Gesù Cristo. Un tempo il digiuno era la regola in tutto l'Oriente, tranne che nella Chiesa di Costantinopoli, e in parte dell'Occidente. In quel giorno non vi furono controversie in molte province dell'Impero d'Oriente; e sebbene la Chiesa Romana non abbia mai inteso farne una festa, prima c'erano pochi venerdì nel corso dell'anno che non avevano il loro ufficio, cioè la messa, o almeno il loro Vangelo.Oggi la Chiesa non obbliga alla penitenza, ma la tradizione vuole che i cattolici facciano almeno l'astinenza e la preghiera - cioè non mangino carne e preghino almeno una volta (di solito alle 15) - durante quel giorno. Il Venerdì Santo o Grande Venerdì, è quello della Settimana Santa che commemora la Passione e la Crocifissione di Cristo. I greci e i latini quel giorno erano oziosi in molti luoghi, sebbene liberamente e per devozione. A metà del Cinquecento fu ridotta a mezza festa, terminata a mezzogiorno, dopo la funzione religiosa. Tuttavia, resta un giorno festivo in Alsazia e Mosella in virtù di un'ordinanza del 16 agosto 1892. Il venerdì è il giorno sacro dell'Islam, quello della preghiera collettiva. Volendo distinguersi dagli altri due monoteismi abramitici, i musulmani scelgono il venerdì come loro giorno sacro. Un'altra spiegazione, più teologica, indica che il giorno sacro dei musulmani corrisponde al giorno in cui l'uomo e la donna (Adamo ed Eva) compaiono nel racconto della Genesi, cioè il sesto a partire dalla domenica, sabato. , Shabbat , essendo il settimo giorno. Alcuni musulmani praticano anche il riposo settimanale il venerdì. Venerdì è il nome di un santo dell'Europa sud-orientale associato al nome Parascève: Sainte Parascève-Friday. A lui è dedicata una chiesa a Veliki Novgorod in Russia: la Chiesa di Sainte-Parascève-Friday-au-Marché.

Varie

Alcune superstizioni attribuiscono al venerdì tredici le virtù della fortuna o della sfortuna, forse perché gli apostoli e Gesù erano tredici il giovedì dell'ultima cena o perché Gesù fu crocifisso venerdì 13 nissan, vigilia di Shabbat, che era anche Pasqua. . All'alba di venerdì 13 ottobre 1307 avvennero anche i massicci e inaspettati arresti dei Cavalieri dell'Ordine del Tempio. VS