Sport di combattimento

Article

July 3, 2022

Uno sport da combattimento appartiene a una famiglia di attività sportive che il più delle volte propone come forma competitiva uno scontro tra due combattenti (chiamato duello).

Sport da combattimento e arti marziali

La nozione di "sport da combattimento" è distinta da quella di arte marziale, anche se alcune discipline hanno entrambi i lati. Un'arte marziale è, per definizione, un'"arte della guerra" basata su un codice morale che i combattenti devono rispettare. A causa della potenziale pericolosità, è impossibile organizzare competizioni se non accordi per renderlo uno sport da combattimento. Uno sport da combattimento ha regole volte in particolare a garantire l'integrità fisica. Sono molto spesso oggetto di competizioni (di opposizione), e quindi hanno un arbitro per far rispettare le regole. Lo sport da combattimento si allontana quindi da un lato dal combattimento reale, ma dall'altro permette di affrontare un avversario con reazioni imprevedibili e con buona sportività (fair play e rispetto). È anche ovvio che un concorrente medio di fronte a un aggressore violento ma senza allenamento avrà innegabili vantaggi e il suo sport diventerà quindi analogo ad un'arte marziale.

Classificazione degli sport da combattimento

Gli sport da combattimento possono essere classificati in diversi tipi: da presa, a percussione, misti o con armi. Gli sport da combattimento di presa, detti anche grappling, consentono tecniche di presa dell'avversario al fine di gettarlo a terra, o controllarlo tramite offerte e immobilizzazioni. Gli sport di wrestling fanno generalmente parte di questo tipo di pratica, come le discipline olimpiche della lotta greco-romana o la lotta libera. Un altro sport da combattimento nel programma dei Giochi Olimpici dal 1964, la pratica competitiva dell'arte marziale giapponese del judo è anche classificata come uno sport da combattimento avvincente. Gli sport da combattimento a percussione si concentrano sulle tecniche di percussione. Questi possono essere eseguiti, a seconda della disciplina, con gli arti superiori (pugni, gomiti) o inferiori (calci, ginocchiate). Tutte le pratiche raggruppate sotto il nome di boxe fanno tipicamente parte di questa categoria. Karate o taekwondo come sport agonistici sono anche discipline a percussione. Sport da combattimento misti, sport da combattimento ibridi o persino sport da combattimento a percussione combinano le tecniche dei due tipi precedenti. Le arti marziali miste, il combattimento sanshou o sambo sono esempi di discipline appartenenti a questa categoria. Gli sport da combattimento armato includono pratiche che utilizzano armi come la scherma o il kendo.

Sport da combattimento olimpico

Ci sono 6 sport da combattimento in programma per le Olimpiadi estive. In ordine cronologico di ingresso ai Giochi: scherma dai Giochi del 1896 ad Atene lotta dai Giochi del 1896 ad Atene boxe dai Giochi del 1904 a Saint-Louis judo dai Giochi di Tokyo del 1964 taekwondo dai Giochi di Sydney 2000 karate dai Giochi di Tokyo 2020 come sport aggiuntivo

Note e riferimenti

Appendici

Articoli correlati

Arte marziale Elenco delle arti marziali e degli sport da combattimento

Bibliografia

Emmanuel Charlot, P. Denaud, Les Arts martiaux, Parigi, P.U.F. (coll. Que sais-je ?, n. 1791), 1999 Alain Delmas, Lessico della boxe e altre scatole (documento di formazione per allenatori), Aix-en-Provence, 1981-2005 Don F. Draeger e Robert W. Smith, Arti di combattimento asiatiche complete, E. Kodansha, Tokyo, 1969 Louis Frederic, Dizionario delle arti marziali, Éditions du Félin, 1988 Gabrielle e Roland Habersetzer, Enciclopedia delle arti marziali dell'Estremo Oriente, Amphora Publishing, 2000 Patrick Lombardo, Enciclopedia Mondiale delle Arti Marziali