Grafica vettoriale scalabile

Article

June 26, 2022

Scalable Vector Graphics, o SVG, è un formato di dati ASCII progettato per descrivere insiemi di grafica vettoriale e basata su XML. Questo formato direttamente ispirato a VML e PGML è specificato dal World Wide Web Consortium.

Storia

SVG è stato sviluppato dal 1999 da un gruppo di aziende all'interno del W3C dopo la concorrenza tra le proposte di Precision Graphics Markup Language (PGML) proposte da Adobe da PostScript e Vector Markup Language (VML) proposte da Microsoft da Rich Text Format (RTF). A questa base si sono aggiunte varie influenze, in particolare Cascading Style Sheets (CSS). Nel settembre 2001, il W3C ha pubblicato la "Scalable Vector Graphics (SVG) 1.0 Specification, W3C Recommendation". Nel gennaio 2003, lo standard si è evoluto nella raccomandazione nella versione 1.1 con una seconda edizione nell'agosto 2011, che è la versione attuale. Parallelamente, nel dicembre 2008 è apparsa la raccomandazione "Scalable Vector Graphics (SVG) Tiny 1.2 Specification", il cui scopo è essere utilizzabile su dispositivi mobili (telefono cellulare, assistente personale, ecc.). Viene fornito come un sottoinsieme di "SVG 1.1 completo". La versione 2 del linguaggio è attualmente in fase di definizione all'interno del W3C.

SVG: disegno e mappe

SVG è ampiamente utilizzato nel mondo della cartografia e dei telefoni cellulari.[rif. necessario]

Caratteristiche

Le coordinate, le dimensioni e le strutture degli oggetti vettoriali sono indicate in forma numerica nel documento XML. Uno specifico sistema di stili (CSS o XSL) permette di indicare i colori ei caratteri da utilizzare. Questo formato gestisce alcune forme geometriche di base (rettangoli, ellissi, ecc.), ma anche tracciati, che utilizzano le curve di Bézier e consentono quindi di ottenere quasi tutte le forme. Il riempimento può essere eseguito utilizzando gradienti di colore, motivi (motivi) che sono qualsiasi oggetto SVG o filtri (chiamati shader nell'imaging 3D). Puoi anche applicare motivi lungo i percorsi (marcatori) e utilizzare le funzioni di riempimento. Il canale alfa, per trasparenza, è gestito a tutti i livelli. Come in ogni documento XML, gli oggetti sono organizzati sotto forma di albero. Il formato consente l'integrazione di animazioni, o la manipolazione di oggetti grafici mediante programmazione, in particolare grazie a script integrabili nell'SVG. SVG può essere incluso in altri documenti XML, come documenti XHTML o documenti XML che devono essere elaborati da XSL-FO. Rispettando lo standard XML, un'immagine SVG può anche essere manipolata tramite il Document Object Model (DOM). SVG può essere visualizzato in modo nativo con alcuni browser Web o con un plug-in (vedi: Browser SVG). Alcuni ambienti grafici lo utilizzano per la gestione e la visualizzazione di icone e interfacce, come X.org, GNOME, KDE o alcuni telefoni cellulari. Il software grafico permette di modificare facilmente ogni forma, ad esempio spostando dei punti, o cambiando il colore delle linee... Lo stesso vale per il testo che può essere modificato senza toccare le forme, il che facilita notevolmente la modifica dei diagrammi, ad esempio per le traduzioni.

Esempi

Il codice seguente viene utilizzato per visualizzare un rettangolo, un segmento, un cerchio e un testo: È possibile utilizzare il formato SVG per immagini più complesse (illustrazione di Plate Tectonics).

Implementazioni

Il supporto SVG è possibile a diversi livelli: plug-in nel browser, livello applicativo (browser o software di editing SVG), ambiente desktop (KDE, per esempio) o livello "hardware" (telefono). L