Sara Duterte

Article

May 20, 2022

Sara Zimmerman Duterte-Carpio, nota come Inday Sara, nata il 31 maggio 1978 a Davao (Filippine), è una statista filippina. Figlia di Rodrigo Duterte, presidente delle Filippine dal 2016 al 2022, gli è succeduta come sindaco di Davao dal 2010 al 2013 e dal 2016 al 2022, dopo essere stata vicesindaco dal 2007 al 2010 insieme al padre. È stata eletta vicepresidente delle Filippine come vicepresidente di Ferdinand Marcos Jr. alle elezioni del 2022.

Biografia

Origini e studi

È la figlia di Rodrigo Duterte, 16° presidente delle Filippine, e di Elizabeth Zimmerman, assistente di volo. La coppia ha divorziato nel 2000 ma è rimasta in buoni rapporti. Dalla sua giovinezza, Sara Duterte ha sviluppato un carattere forte e indipendente. È vicina al padre, che la considera la sua figlia prediletta, attribuendo grande valore alla sua educazione, proprio come i suoi fratelli. Studia al San Pedro College, specializzandosi in Terapia Respiratoria. Ha conseguito il diploma nel 1999. Durante il suo primo discorso da sindaco di Davao, ha confidato a posteriori di voler diventare inizialmente un pediatra piuttosto che un politico. Nel maggio 2005 si è laureata in giurisprudenza presso il San Sebastian de Recoletos College. Nel 2006 è diventata avvocato. È anche un ufficiale di riserva nelle forze armate delle Filippine con il grado di colonnello.

Carriera politica

Sindaco di Davao

Sara Duterte-Carpio è la prima donna a diventare sindaco di Davao e la persona più giovane eletta a questo incarico. È stata sindaco dal 2010 al 2013, dopo aver servito come vicesindaco dal 2007 insieme a suo padre Rodrigo Duterte. Nelle elezioni del 2010, ha sconfitto Prospero Nograles, rivale politico di suo padre e presidente della Camera dei rappresentanti, con un vantaggio di 200.000 voti. Quest'ultimo ha messo in dubbio i risultati e ha sporto denuncia alla commissione elettorale di Manila, sostenendo che c'era stato un complotto da parte di funzionari elettorali locali. Nel 2014 è una dei nove governatori eletti della Croce Rossa filippina. Nell'ottobre 2015, si è rasata la testa per convincere suo padre a candidarsi alle elezioni presidenziali filippine del 2016, nonostante la sua riluttanza a causa della mancanza di mezzi finanziari e politici per fare campagna. Ha finito per candidarsi e diventare presidente, mentre sua figlia, candidata alla rielezione, è stata riconfermata nel 2016 sindaco di Davao. A due anni dal suo mandato, il presidente Rodrigo Duterte dice che vuole che sua figlia gli succede. Poco dopo, Sara Duterte lanciò il movimento “Tapang à Malasakit” (in francese: “Courage et Compassion”), riunendo sostenitori e alleati della dinastia Duterte. Sebbene neghi qualsiasi collegamento con una potenziale campagna nazionale, i commentatori ritengono che sia un modo per lei di affermare la sua posizione politica in vista di future elezioni e di radunare personalità come il senatore Antonio Trillanes (it),,. Nel 2018 ha annunciato che si sarebbe candidata a sindaco di Davao. Indica che non intende lasciare le sue funzioni municipali per candidarsi a un incarico nazionale, come aveva fatto suo padre prima di candidarsi alle elezioni presidenziali del 2016. Tuttavia, molti commentatori politici evocano i preparativi per una candidatura al Senato, o addirittura per la presidenza del Paese.

Elezioni presidenziali e vicepresidenti del 2022

Il 9 luglio 2021 Sara Duterte ha dichiarato il suo interesse per le elezioni presidenziali del 2022, specificando che la sua decisione non è stata però fermata. Il 9 settembre ha quindi indicato che non sarebbe stata candidata alla presidenza poiché suo padre, il presidente Duterte, poteva candidarsi alla carica di vicepresidente. I due hanno infatti conve