Senato delle Filippine

Article

July 3, 2022

Il Senato delle Filippine (filippino: Senado ng Pilipinas; inglese: Senato delle Filippine) è la camera alta del Congresso delle Filippine. È alla Camera dei Deputati incaricato del potere legislativo. Questa struttura bicamerale si ispira direttamente agli Stati Uniti. Creato nel 1916, il Senato è stato temporaneamente abolito due volte nella sua storia: dal 1935 al 1940 durante l'istituzione del Commonwealth delle Filippine e dal 1972 al 1987 sotto la dittatura di Marcos; inoltre non ha operato dal 1942 al 1945 sotto l'occupazione giapponese.

Storia

Il Senato filippino è stato creato dal Jones Act nel 1916, durante il periodo della colonizzazione americana. La legge prevede la creazione di dodici collegi senatoriali, ciascuno rappresentato da due senatori, per un totale di 24 senatori. Questi ultimi sono eletti democraticamente, tranne che nel dodicesimo collegio che comprendeva le minoranze musulmane, dove i due senatori sono nominati direttamente dall'amministrazione coloniale. Nel 1935, il Senato e la Camera dei Rappresentanti (vale a dire la camera alta e bassa) furono sostituiti da un'unica assemblea quando fu creato il Commonwealth delle Filippine. Nel 1940 fu ripristinato il parlamento bicamerale, con un nuovo sistema elettorale per il Senato che non prevedeva più il voto in più circoscrizioni, ma in un'unica circoscrizione nazionale. Nel 1972, sotto il regime autoritario di Ferdinand Marcos, il Senato fu nuovamente abolito, poi reintegrato dalla costituzione del 1987 in seguito alla caduta di Marcos.

Sistema elettorale

Il Senato delle Filippine è composto da 24 seggi occupati per sei anni ma rinnovati della metà ogni tre anni a maggioranza di più membri in un unico collegio nazionale. Ogni elettore dispone di tanti voti quanti sono i seggi da coprire, cioè dodici voti, che distribuisce ai candidati di sua scelta, sulla base di un voto per candidato. I partiti filippini fanno campagna sostenendo liste di candidati prestabilite - il più delle volte limitate a dodici per evitare una dispersione dei voti - che a volte possono includere candidati di altri partiti o anche candidati senza etichetta. Dopo il conteggio dei risultati, vengono dichiarati eletti i dodici candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti. I senatori sono limitati a un massimo di tre mandati di sei anni e non possono servire più di due consecutivi. I candidati devono avere almeno trentacinque anni, avere nazionalità filippina per nascita, essere in grado di leggere e scrivere e aver risieduto nel paese nei due anni precedenti l'elezione. Inoltre, può essere pronunciata una sentenza di ineleggibilità in caso di corruzione di elettori o funzionari elettorali, atti terroristici, superamento del tetto stabilito in termini di spese elettorali, o operazioni finanziarie illecite. Il mandato di senatore è incompatibile con l'esercizio di qualsiasi funzione o impiego all'interno del Governo, di un dipartimento, di un ente governativo, nonché con la funzione di consulente legale e con il fatto di essere parte di un contratto governativo.

Elenco dei Presidenti

Note e riferimenti

Vedi anche

Articoli correlati

Collegamenti esterni

(it) Sito ufficiale (fr) Commissione elettorale delle Filippine Portale delle Filippine Portale della politica